Fondo di solidarietà, sottratti ad Assisi quasi 250mila euro. Lunghi: ''Intollerabile''

Soldi 2' di lettura 04/06/2015 - Il giorno 5 giugno il Consiglio dei Ministri porterà il decreto legge sulle autonomie locali da cui dipende la redazione dei bilanci preventivi di molti Comuni umbri. Una delle richieste più pressanti consiste nel rifinanziamento del Contributo dello Stato al Fondo di solidarietà che è stato istituito dopo l'abrogazione dell'IMU sulla prima casa. Tale fondo ammontava nel 2014 a 625 milioni di euro.

Nella seduta della conferenza Stato-Città ed Autonomie Locali del 31 marzo 2015 sono stati stabiliti i criteri di formazione e di riparto, del Fondo di Solidarietà Comunale per l'anno 2015. Tali dati sono stati utilizzati per la formazione del Bilancio del Comune di Assisi nella definizione delle entrate.
Analizzando i dati ci siamo resi conto di quanto sia ingiusto il valore attribuito al Comune di Assisi. È l'unico Comune che ha il F.S.C. 2015 negativo (-244.680,27 €) a fronte di Comuni che disporranno di una cifra rilevante. Il Fondo di Solidarietà è alimentato da una quota del 38,23% sul valore del IMU Standard 2015 oltre alla già ricordata quota dello Stato.
La somma del Fondo di Solidarietà più la quota che deve versare il Comune per alimentare il Fondo diviso il numero degli abitanti del comune da un valore di 112,33 euro che ogni abitante del Comune di Assisi versa all'Erario per alimentare questo fondo.
I valori attribuiti agli altri Comuni della Regione per decenza non li sbandiero ma allego una tabella riepilogativa (riportata in basso) di alcuni in cui si evince che esiste una enorme differenza di trattamento tra il Comune di Assisi e la gran parte dei Comuni Umbri.
Questa situazione intollerabile sarà fatta presente ai funzionari della Prefettura che sono competenti in materia per poi procedere in maniera forte. Che abbiamo delle rendite catastali più alte rispetto agli altri Comuni ne siamo consapevoli ma crediamo di svolgere i servizi pubblici come gli altri e quindi vogliamo che ci venga assegnato quanto è nel nostro diritto.

da Antonio Lunghi
Vicesindaco del Comune di Assisi






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2015 alle 03:33 sul giornale del 04 giugno 2015 - 507 letture

In questo articolo si parla di economia, soldi, assisi, fondo di solidarietà, antonio lunghi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akh4


marina marini

04 giugno, 14:50
QUALCUNO POTREBBE SPIEGARE MEGLIO QUESTA ASSEGNAZIONE DI FONDI ???? NON CAPISCO COME ASSISI POSSA ESSERE L'UNICO COMUNE CON UN MENO....