Arte: Sergej Glinkov in mostra alla Minigallery, oggi il vernissage

Sergej Glinkov 3' di lettura 06/06/2015 - Si inaugura oggi, sabato 6 giugno, alla Minigallery di Assisi in via Portica, la mostra “Heaven” dell’artista Sergej Glinkov curata da Stefano Frascarelli. La mostra, ad ingresso gratuito, resterà visitabile fino a domenica 5 luglio.

I lavori recenti di Sergej Glinkov, alla seconda personale nella Minigallery di Assisi, fanno tesoro della sua ampia esperienza pittorica e ne esaltano gli esiti felici ed apparentemente immediati. Partendo dall' intima passione per le architetture e per le ambientazioni bucoliche, fino all'importante serie dei nudi e allo studio sui cavalli ed in particolare sui tori (animali celebrati già nell'epoca Minoica fino ad arrivare alle tauromachie di Goya e Picasso) Glinkov porta all'estremo la sua ricerca sulla materia pittorica e soffermandosi sulla consistenza del colore degli elementi ancor' prima che sulla sua tonalità che di conseguenza si adegua.
La pittura ad olio sulla tela convive in forma fluida, quasi liquida, ed in forma materica; l'accostamento di diverse densità dello stesso elemento determina la possibilità di percepire la terza dimensione, la profondità che è alla base dell'illusione della pittura. Quello che effettivamente è piatto appare disposto su diversi piani spaziali creando l'effetto “reale”, una nobile finzione che è sempre più difficile mettere in scena al diminuire degli elementi della composizione. Parlando del colore e della sua consistenza è come se acqua e terra fossero non due elementi , bensì due stadi dello stesso elemento. L'oggetto degli ultimi dipinti è quanto di più impalpabile la natura possa fornire come fonte d'ispirazione: l'aria, il vento, il vapore..tutto quello che, come in un dipinto, possiamo percepire solo con la vista e non con il tatto. Lo stato più astratto della materia privo di alcun punto di riferimento al di fuori di se stesso. Un'osservazione attenta delle opere consente di capire con quale disinvoltura Glinkov passi da momenti di esecuzione che sfiorano l'abilità accademica a momenti in cui l'espressionismo e la gestualità prendono il sopravvento e lasciano le loro tracce nel dipinto sotto forma di solchi, sgocciolature, grumi e schizzi.
I segni che in altre occasioni hanno descritto corpi, curve, fasce muscolari, immobilità fisiche che preludono al movimento in un'immagine sfumata e quasi vaga ora descrivono l'immaterialità, come se le figure di prima si fossero ora dissolte ed evaporando fossero tornate all'essenza della materia. Il titolo della mostra – HEAVEN – è un termine universale ed immaginifico per dire “paradiso”, asseconda e suggerisce la modalità migliore in cui porsi difronte a questi dipinti: una sorta di beatitudine, una pausa di piacere lieve ed incosciente. Allo stesso modo lo stato d'animo di Glinkov più che in altre occasioni è stato quello di chi gode della pittura non solo nel momento in cui essa giunge al termine, ma anche nelle fasi intermedie. La tensione ed il tormento di chi riempie l'ennesima “pagina bianca” in un attimo, un soffio di vento, si diradano, affiorano solamente e trovano corrispondenza nelle nubi che non covano tempesta, che sono nuvole felici.
Orari di apertura:
10.30/13.30 – 15.00/19.30, chiuso il mercoledì






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2015 alle 03:09 sul giornale del 06 giugno 2015 - 525 letture

In questo articolo si parla di arte, cultura, assisi, minigallery assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akoo