Petrignano: il web si mobilita per salvare i pini secolari

Pianta albero di pino 1' di lettura 16/06/2015 - Molti mi chiedono dove firmare l'appello per la salvaguardia dei secolari pini dello stradone a Petrignano. La richiesta della firma è pleonastica.

Mi pare importante, come è stato fatto per i semafori di Ponte San Vetturino, unirsi al mio appello e fare opera di sensibilizzazione attraverso Facebook e chiedendo l'intervento del NIPAF (nuclei investigativi di Polizia ambientale e forestale) presso Provincia di Perugia.
Si sappia che con la Legge n.10/2013 viene stabilita l'obbligatorietà per ogni comune di censire i propri alberi monumentali. Ricordo che nel piano Regolatore di Astengo i pini dello stradone figurano censiti e numerati in quanto considerati monumenti naturali.
Il decreto attuativo previsto dall'art. 7 della Legge n. 10 del 14 gennaio 2013, che istituisce l'elenco degli alberi monumentali d'Italia ( tra questi c'è anche il pino marittimo, cioè il pino dello stradone) e definisce principi e criteri direttivi per il loro censimento è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 268 del 18.11.2014 Serie Generale.
Mi piacerebbe se fosse la locale Pro Loco a farsi carico della difesa dell'ambiente paesaggistico di cui gli alberi sono il vessillo più significativo.






Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2015 alle 03:39 sul giornale del 16 giugno 2015 - 546 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, petrignano, articolo, alessandro cianetti, pini secolari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akLd