Cambio Festival scalda i motori: presentata la nuova edizione tra musica e arte

Cambio Festival 9' di lettura 20/06/2015 - Con l’avvicinarsi del mese di luglio, comincia a fremere l’attesa per l’appuntamento musicale divenuto ormai imperdibile per i suoi tanti affezionati e per quanti amano la musica di qualità.

Nell’ultimo fine settimana di luglio, la splendida cornice del castello medievale di Palazzo di Assisi torna a risplendere dell’evento che ormai da sedici anni regala magia ed emozioni nelle serate di mezz’estate: Cambio Festival - Frontiere musicali, nato nell’estate del 2000 con l’ambizione di coniugare l’amore per la musica e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del territorio, di cui il castello dei Figli di Cambio costituisce un raffinato e pregiato esemplare, fungendo al contempo da preziosa ed inimitabile cassa armonica naturale.
Confermato anche quest’anno il concerto di apertura presso il borgo millenario di Lìzori (Campello sul Clitunno) il 18 Il 2015 continua con il Cinema al Castello Cambio Festival incontra lo Zenith è il titolo rivelatorio. Lo Zenith è il Cinema di Perugia per veri intenditori ed il connubio con Cambio Festival è apparso alquanto naturale. Tre le proiezioni in programma, tutte rigorosamente in bianco e nero.
La prima (20 luglio) dedicata a Federico Fellini con il Film LO SCEICCO BIANCO con Alberto Sordi da un'idea di Michelangelo Antonioni. La seconda (21 luglio) con un film di David Lynch THE ELEPHANT MAN con Anthony Hopkins. La terza (22 luglio) con un film di Jim Jarmusch DEAD MAN con Johnny Depp, in collaborazione con le Strade del Cinema.
Ecco l’imperdibile programma di questa sedicesima edizione:
MUSICA A LIZORI
Il 18 luglio siamo a LIZORI (Castello di Pissignano, Campello sul Clitunno) – inizio concerto ore 22.15
Negli ultimi anni i concerti a Lìzori hanno ottenuto bellissimo successo di pubblico. A Lìzori siamo nel solco della perfetta integrazione tra l’eccellenza musicale ed il genius loci di un borgo ricco di storia e di arte, capace di donare emozioni indimenticabili sospese tra cielo e terra.
18 luglio: Lìzori – VOLOSI VOLOSI è una delle formazioni più importanti del panorama musicale mondiale della Polonia. Il loro debutto al The New Tradition Festival nel 2010 ha prodotto tutti i possibili premi. Un anno dopo il loro pezzo "Dusk" ha vinto Svetozar Stracina Grand Prix a L'European Broadcasting Union a Bratislava, nominato quale miglior composizione folk europea del 2011. Nel 2012 il loro CD classificato tra i primi nel mondo nella World Music Charts Europe. VOLOSI e la loro musica vanno ben oltre la categoria musica folk. La loro essenza è l'energia di mondi musicali remoti che entrano in collisione. Varcare i confini è, pertanto, parte dello spettacolo. Line up
Krzysztof Lasoń - violino
Zbigniew Michałek - violino
Jan Kaczmarzyk - three-string viola, pipes
Stanisław Lasoń - violoncello
Robert Waszut - contrabbasso
Dal 20 al 25 luglio siamo al Castello di Palazzo di Assisi con il Cinema (20, 21 e 22), la Musica (23, 24 e 25), l’Arte e la nostra Piazzetta con DJ SET ed Enogastronomia (tutte le sere).
CINEMA AL CASTELLO
20 luglio: Palazzo di Assisi – Il Cinema al Castello
Film in collaborazione con il Cinema Zenith
LO SCEICCO BIANCO, diretto da Federico Fellini con Alberto Sorsi – ore 22.00
biglietto unico euro 5.00
_____________________
21 luglio: Palazzo di Assisi – Il Cinema al Castello Film in collaborazione con il Cinema Zenith
THE ELEPHANT MAN, diretto da David Lynch con Anthony Hopkins – ore 22.00
biglietto unico euro 5.00
_____________________
22 luglio: Palazzo di Assisi – Il Cinema al Castello Film in collaborazione con il Cinema Zenith
DEAD MAN, diretto da Jim Jarmusch con Johnny Depp – ore 22.00
Ingresso libero in collaborazione con Le Strade del Cinema (GAL Media Valle Tevere)
Prima del Film alle ore 21.30 Presentazione del libro di Gianluca Bianco Freeze 108 con Massimo Siviero alla chitarra
La mia mente ha fatto click
108 scatti di pensiero, d’amore, d’azione. Immagini che hanno scatenato riflessioni ma anche riflessioni che hanno spinto a scattare immagini. Una collana di istanti che una volta infilati e indossati, forse, portano i germi di una qualche filosofia del quotidiano. (Edizioni Futura)
23 luglio: Palazzo di Assisi – GABRIELLA COMPAGNONE con il progetto I Piccoli Passi
“I PICCOLI PASSI” di Gabriella Compagnone e Daniele Mencarelli. Mettete insieme la più grande sand artist d’Europa ed uno straordinario talento compositivo ed otterrete, più che una semplice esibizione, un vero e proprio manifesto artistico che, oltre a mettere un punto su ciò che finora avete visto fare con l’animazione live su sabbia, aspira a tornare ad un modo più autentico ed artigianale di fare arte in cui forma e contenuto ritrovino il giusto equilibrio.
E’ un concerto per immagini e orchestra. Una storia semplice raccontata onestamente, priva di colpi di scena e pregna di significato, una storia in cui ogni dettaglio ha un suo posto ed un suo valore, in cui nulla è affidato al caso, ma esclusivamente alle intenzioni e alla competenza degli artisti in scena. Un elaborato ricamo in cui immagini e musica si intrecciano sinergicamente. Line up (Musiche originali a cura di Daniele Mencarelli)
Gabriella Compagnone - sabbia Angelo lazzeri - chitarra
Andrea Rellini - violoncello
Daniele Mencarelli - basso, contrabbasso
Gianni Maestrucci - percussioni
_____________________
24 luglio: Palazzo di Assisi – LUCA AQUINO con il progetto OverDOORS Luca Aquino è tra i musicisti italiani più richiesti e apprezzati all’estero, in grado di proporre progetti sempre originali e differenti tra loro, collegati da un unico comune denominatore: un suono di tromba unico e immediatamente riconoscibile. Dopo un intenso tour mondiale 2014 di centosessanta date, Aquino propone il suo settimo progetto discografico da leader OverDOORS, con un nuovissimo quartetto. Ispirato dalla musica dei Ramones, Offspring e Stranglers il trombettista beneventano rivisita i classici del repertorio dei Doors. “OverDOORS” è una rilettura dei brani della storica band californiana con un approccio da cover, ma anche con un’autonoma rielaborazione musicale.
Line up
Luca Aquino - trumpet and electronics
Dario Miranda - bass
Antonio Jasevoli - guitar
Lele Tomasi - drum
_____________________
25 luglio: Palazzo di Assisi – COMPAGNIA LA STRADA un progetto di Gabriele Ballabio
La Compagnia la Strada è un ensemble che riunisce alcuni dei migliori talenti italiani. Le loro forti e inconsuete personalità musicali, si integrano alla perfezione consentendo un ampio registro di suoni e stili diversi da cui cogliere ispirazione per scrivere musiche e innescare improvvisazioni. Pianista e arrangiatore è M. Mauro Grossi che si è rivelata figura ideale attorno alla quale riunire i musicisti della Compagnia. «In realtà è stato più semplice di quanto si possa pensare; la Compagnia ha dato forma, concretezza e direzione a qualcosa che già esisteva, una solida comunità di artisti che condividono una piattaforma musicale». I brani composti per il progetto sono un mix di partiture ed evasioni. L’equilibrata alternanza dei vincoli e delle improvvisazioni, permettono all’ensemble di esprimersi al meglio sviluppando i propri punti di forza. La freschezza del progetto deriva dall’unione dei diversi stili creativi in grado di influenzarsi in modo del tutto inedito, in un contesto ben delineato dalle scelte artistiche condivise. Il confronto tra intelligenze ed esperienze musicali genera passaggi espressivi fortemente legati alla tradizione jazz contemporanea, in grado di assorbire influenze radicali che spaziano dal rock al pop internazionale.
Line up (piano - arrangiamenti Mauro Grossi)
Bebo Ferra - chitarra folk/elettrica
Manuel Magrini - piano
Cristiano Arcelli - sax alto
Mirco Rubegni - tromba
Lanfranco Fornari - batteria Massimo Morganti - trombone
Francesco Diodati - chitarra elettrica
Ares Tavolazzi – basso elettrico
David Brutti - sax baritono
Francesco Fratini - tromba Ernesto Lopez - percussioni
Greta Panettieri (guest) - voce
Toti Panzanelli - chitarra elettrica
Luca Ravagni - sax alto baritono
Alessandro Paternesi - batteria
ARTE AL CASTELLO / DJ SET ED ENOGASTRONOMIA IN PIAZZETTA
I vicoli del castello ospitano installazioni ed esposizioni artistiche: a cura di Manuela Capitanucci
Gli spazi che circondano la piazza del castello dei Figli di Cambio, teatro dei concerti del festival, si vestono d’arte.
Esposizioni:
OntoArte: L’oggetto e l’anima
“Coltivando l'oggetto artistico, in realtà facciamo evoluzione umana. Per questo a me interessa l'arte: perché mi interessa l'uomo, la sua intelligenza. La mia grande passione è sempre l'anima dell'uomo”. Una proposta, quella dell'OntoArte e del suo fondatore Antonio Meneghetti, che incrocia i percorsi di CF (sempre lontani dai luoghi comuni) sin dal 2011. Contro “il fascismo di esporre la propria parte malata come sovrana dell'eterno”. In nome di un'arte capace piuttosto di “rimettere l'uomo al centro della bellezza, intelligenza e realizzazione vitale”. Una provocazione sempre attuale.
Danile de Lorenzo, “108”
Il numero 108 ricorre in molte tradizioni religiose ed è connesso al mistero della Creazione.
Daniele de Lorenzo, attraverso il linguaggio dei numeri, esplora i metodi e le dinamiche attraverso cui generare processi che creano forme. Il soggetto dei dipinti è sempre l’evento creativo, il movimento incessante del codice che, danzando, produce forme momentanee. Il piano d’indagine è una superficie quadrata suddivisa in 108 unità per lato. Questa idea di Rete è connessa con l’idea di tessere, e di connettere il processo, che per sua natura è immateriale, al suo prodotto, che è divenuto materia. La trama e l’ordito sono il tempo e lo spazio, il filo è il codice numerico.
Angelo Maccabei, “I colori di Gina”
Da sempre appassionato di fotografia, i suoi lavori si concentrano sul paesaggio, sugli aspetti culturali e sociali della sua regione, l'Umbria.
Fa parte del gruppo fotografico ZTL, con il quale ha contribuito a numerose mostre in Italia e all'estero.
Con questa mostra racconta la storia appassionante di Gina, assisana novantaquattrenne, una persona, un volto, ma anche un personaggio di Assisi.
Andrea Cova "Occhi che hanno visto troppo”
Victoria ha 80 anni, è stata cacciata dal suo villaggio, insieme a tutti gli abitanti, dai miliziani dell'ISIS. Ora, come tanti altri, vive in un campo profughi di Erbil. I suoi occhi hanno visto da troppo vicino l'orrore e la ferocia.
Roberto Montanaro "VOLT-i elettronici”
Trasforma in materia tangibile l'intangibile. Unisce la passione per la pittura e il contatto con il materiale grezzo da disegno, con la realtà tecnologica e informatica. Predilige l'utilizzo di colori acrilici nei quali immerge materiali grezzi, di scarto, provenienti dall'officina del padre, diventata ormai vero opificio artistico.
“AMArCOrD vInILE” In PIAZZETTA, dopo i concerti, la musica proseguirà in un’atmosfera rilassante con i vinili di DJ CAP, MAX P.
L’appuntamento immancabile dell’estate musicale è il 18 luglio a Lizori e dal 20 al 25 luglio all’interno del Castello dei Figli di Cambio in Palazzo di Assisi. L’orario di inizio dei concerti è previsto per le 21:45 per consentire agli ospiti di assaporare con tutta calma, prima della musica, i menu del punto ristoro allestito presso la piazzetta piccola del castello (con una selezione di ottimi vini locali) e di ammirare gli incantevoli vicoli del castello impreziositi da installazioni e mostre d’arte.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2015 alle 02:33 sul giornale del 20 giugno 2015 - 694 letture

In questo articolo si parla di musica, cultura, palazzo di assisi, cambio festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akWG