Gasolio rubato tutte le notti: in manette uno dei ladri

Carabinieri Assisi 2' di lettura 17/07/2015 - Un furto dopo l’altro, tutte le notti, per più di un mese: è quanto accaduto in una ditta di Brufa, frazione di Torgiano, dove un imprenditore si è visto sottrarre ogni notte quantitativi di gasolio da alcuni ladri, uno dei quali è stato acciuffato dai carabinieri di Assisi coordinati dal maggiore Marco Sivori.

I furti avvenivano ormai da settimane, tutte le notti, sistematicamente. E tutte le mattine all’imprenditore, ormai esasperato, non rimaneva che calcolare a quanto ammontassero i danni subiti. E’ stata l’esasperazione della sistematicità con cui venivano consumati i furti a spingerlo a denunciare i fatti ai carabinieri di Assisi.
Le indagini sono scattate immediatamente e i militari hanno trascorso diversi giorni e notti ad osservare ogni movimento sospetto, anche il più piccolo attorno al cantiere diventato ormai da troppo tempo facile bersaglio dei ladri. Dopo una lunghissima serie di appostamenti fatti in aperta campagna gli uomini dell’Arma, martedì notte hanno assistito al più classico dei furti: un’autovettura scarica uno dei complici che, munito di taniche, scavalca la recinzione del cantiere e si accinge ad asportare il gasolio dalle macchine erogatrici. L’uomo che si trova alla guida del mezzo rimane invece a poca distanza dal complice nell’attesa di un segnale convenzionale con cui caricare a bordo della Fiat Stilo in loro possesso, le taniche rinvenute dai militari con all’interno circa trecento litri di gasolio.
I due poi si sarebbero dileguati rapidamente come erano soliti fare. Il segnale però non è mai arrivato, perché nel frattempo il primo dei due, accortosi dell’imboscata dei carabinieri è riuscito a dileguarsi a piedi nella campagna circostante, mentre ai polsi del palo sono scattate le manette. L’uomo, un albanese di circa trentanni è stato arrestato per tentato furto aggravato in concorso. Tutto il gasolio è stato rinvenuto e restituito all’imprenditore che non ha potuto fare altro che tirare un sospiro di sollievo per la fine di un incubo che, come dallo stesso dichiarato in sede di denuncia, andava avanti dalla metà del mese di giugno.






Questo è un articolo pubblicato il 17-07-2015 alle 03:47 sul giornale del 17 luglio 2015 - 510 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, assisi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/al4P