Movida, maxi controlli nel weekend: fermati sessanta ragazzi tra Assisi e Bastia

Polizia di notte 2' di lettura 27/07/2015 - Maxi controlli tra i locali pubblici maggiormente frequentati dai giovani della zona. Venerdì scorso, nell’ambito dei servizi di controllo e prevenzione dei reati concernenti l’uso di stupefacenti specie tra i giovanissimi, gli uomini del Commissariato di Assisi, diretto dal Comm. Capo Francesca D. Di Luca, hanno passato al setaccio i locali più in voga tra Assisi, Torgiano e Bastia Umbra.

Controlli a tappeto Più di 60 i ragazzi identificati e controllati dalla polizia, la maggior parte giovani ventenni della zona, alcuni di loro già noti agli agenti per qualche precedente alle spalle per spaccio, piccoli furti o lesioni. Molti di loro hanno reagito favorevolmente alla vista degli agenti posizionatisi nei pressi dell’ingresso dei locali, sottoponendosi al controllo con maturità e spirito di collaborazione, cogliendo appieno lo spirito di prevenzione del servizio. Al controllo qualcuno tuttavia non è passato indenne.
Cercano di scappare, nel marsupio un coltello Gli agenti hanno bloccato e denunciato un giovane 23enne assisano per porto ingiustificato di armi. Il controllo è avvenuto nella zona industriale di Santa Maria degli Angeli, quando gli uomini della volante hanno notato tre ragazzi, poco più che ventenni, che, incappucciati, transitavano tranquillamente nei pressi di un distributore di benzina. Alla vista della volante i tre cambiavano repentinamente direzione di marcia per cercare di eludere il controllo. Per questo motivo venivano subito fermati e controllati. I tre giovani, un assisano classe 1992, un palermitano classe 1996 e un albanese del 1991 venivano così sottoposti a perquisizione personale che per l’assisano dava esito positivo. Infatti ben occultato all’interno della tasca anteriore a marsupio del proprio giacchetto indossato, veniva ritrovato un coltello lungo circa 16 cm che veniva pertanto sequestrato e per il cui porto ingiustificato il giovane 23enne dovrà ora aggiungere al suo curriculum criminale di tutto rispetto nonostante la giovane età l’ennesima denuncia.
Il giovane infatti era già stato denunciato proprio dagli agenti di Assisi per la spendita di banconote false.
Hashish nella tasca Verso Tordandrea gli agenti hanno fermato altri due soggetti noti al personale di polizia perché assuntori abituali di sostanze stupefacenti. Sottoposti a perquisizione gli uomini della polizia hanno rinvenuto indosso al trentenne, originario di Roma, tre pezzi di hashish del peso complessivo di circa 1 grammo, che il ragazzo ha ammesso di detenere per uso personale. La sostanza è stata sequestrata e il giovane segnalato alla locale prefettura come assuntore di stupefacenti.





Questo è un articolo pubblicato il 27-07-2015 alle 13:20 sul giornale del 28 luglio 2015 - 1144 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amuR