Mercatini di Natale, la protesta dei commercianti conta trecento firme

1' di lettura 07/09/2015 - Trecento firme sono quelle raccolte da alcuni commercianti assisani che si oppongono all’installazione delle bancarelle natalizie nelle principali piazze di Assisi e Santa Maria degli Angeli.

Ciò è quanto riporta il Corriere dell’Umbria, dove si legge che i commercianti sono contrari all’iniziativa natalizia la quale “sarebbe a scapito dell’economia interna del territorio, considerando che la categoria dei commercianti risente già negativamente della situazione economica generale e che tali iniziative non hanno mai apportato alcun vantaggio di promozione turistica”.
“I venditori che arrivano da fuori, con i loro prodotti - spiega Loris Gismondi, promotore della protesta - sottrarrebbero potenziali clienti agli esercenti assisani, già sottoposti a tassazioni, affitti, e spese di gestione non irrisorie. I nostri commercianti vendono le stesse cose che vengono proposte nei mercatini ma i turisti sono attratti dalle luci e dalle bancarelle, così i negozi perdono clientela e guadagni. Chiediamo al sindaco di non concedere, nemmeno per brevissimi periodi autorizzazioni di occupazione del suolo pubblico, l'utilizzo di spazi espositivi o altre forme di collaborazione che prevedano la vendita di tali prodotti”.





Questo è un articolo pubblicato il 07-09-2015 alle 03:54 sul giornale del 07 settembre 2015 - 642 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, mercatino natalizio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/anQy