Bastia Umbra: alberi pericolosi, previsti abbattimenti e potature

Albero abbattuto 2' di lettura 18/09/2015 - L’impatto procurato dai cambiamenti climatici degli ultimi tempi, ha imposto alle Amministrazioni Comunali un maggiore e costante impegno nel monitoraggio e nella messa in sicurezza del verde pubblico cittadino.

Anche il Comune di Bastia Umbra sta profondendo il massimo impegno nel pianificare interventi volti a risanare e migliorare la qualità del proprio “verde”, con particolare riguardo allo stato di salute del proprio patrimonio arboreo. Un'azione di controllo incentrata sulla verifica delle condizioni vegetative, fitosanitarie e di stabilità, posta in essere con l'unico obiettivo di evitare situazioni pericolose in caso di maltempo. La tutela e la salvaguardia del verde pubblico devono andare di pari passo con la sicurezza dei cittadini.
A riguardo, si porta a conoscenza della cittadinanza che nei prossimi giorni saranno programmati alcuni interventi di manutenzione straordinaria su alcune alberature poste in due distinte zone del nostro territorio.
Il primo riguarda l’abbattimento di un “Pinus Pinea” in via Bastiola. L’intervento si rende necessario a seguito delle risultanze della perizia tecnica eseguita sull’albero in questione, richiesta espressamente da questa Amministrazione. A causa dei cedimenti a livello radicale, il deficit statico e le concavità a livello del colletto, mettono seriamente a rischio di cedimento l’albero che, in caso di caduta in una zona tra l’altro particolarmente fruita dai cittadini, potrebbe causare danni a persone o cose. E’ sempre spiacevole abbattere gli alberi, ma quando questi risultano essere pericolosi per la pubblica incolumità l'operazione si rende purtroppo doverosa.
L’altro intervento è localizzato nel versante a sud del ponte ferroviario che attraversa il fiume Chiascio e limitrofo al percorso verde. Anche in questo caso si rende necessario l’abbattimento di un albero, nella fattispecie un pioppo, oltre alla potatura di quindici acacie. Queste operazioni sono finalizzate ad evitare che rami e alberature in caso di caduta, possano finire sui binari della ferrovia generando situazioni di pericolo per la circolazione dei treni.
Lungo il Viale della Stazione inoltre, sempre riguardo la sicurezza della linea ferroviaria, a seguito di un sopralluogo effettuato con un responsabile della Rete Ferroviaria Italiana, sono state stabilite le altezze massime consentite per ciascuno dei 18 alberi ( lecci e tigli ) disposti a filare lungo la recinzione in cemento che delimita l'area ferroviaria. Una prescrizione in linea con quanto richiamato dalla normativa vigente, il D.P.R. 753/1980 artt. 52 e 55 , che vieta lungo i tracciati della ferrovia di far crescere piante o siepi che possono interferire con la sede ferroviaria stessa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2015 alle 10:00 sul giornale del 19 settembre 2015 - 457 letture

In questo articolo si parla di cronaca, alberi, bastia umbra, comune di bastia umbra, abbattimento, taglio, taglio alberi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aofB