Antenna in zona Caminaccio, il Carroccio contro la Sovrintendenza: ''Ha fatto un errore macroscopico''

Antenna zona Caminaccio 2' di lettura 14/10/2015 - La Lega Nord di Assisi interviene pesantemente sulla allocazione della antenna di Santa Maria degli Angeli vicino alla università di Perugia, vicino alla scuola elementare Montessori e vicino al centro Alzheimer del Cesvol.

La Lega Nord per bocca della Lega Nord di Assisi, ovvero del coordinatore territoriale Stefano Pastorelli e del Consigliere Comunale Luigi Tardioli, chiamano in causa anche la sovrintendenza Umbria la quale, sempre attenta nel bocciare le pratiche che vengono dalle attività produttive soprattutto nel centro storico, è miope in questo caso.
Chiediamo in maniera pubblica quale sia stato il criterio della scelta fatta dalla sovrintendenza urbanistica regionale dove ci troviamo in presenza di un errore macroscopico.
La sovrintendenza è stata solerte nel far abbassare nella stessa zona la rotonda del Cristo Risorto e a far togliere la casetta di legno della Cesvol che serviva come ricovero per il centro Alzheimer. La sovrintendenza di controbalzo autorizza una antenna di 20 metri ed oltretutto al centro di un parcheggio che incide in maniera impattante sullo sky liner della zona.
E’ possibile - si chiedono Pastorelli e Tardioli - che vengano utilizzati due pesi e due misure considerando che sia la rotonda del Cristo Morto che la Casetta del Centro Alzheimer hanno esclusivamente scopo sociale e non business?
Aggiungono Pastorelli e Tardioli che come non mai, unitamente a tutto il direttivo di Assisi, forti dell’oltre il 16 per centro preso alle regionali, sono vicini ai problemi della Gente e a quelli delle loro famiglie.
La domanda è sempre quella: quale opportunità politica di questa scelta? Come mai proprio lì essendo Via del Caminaccio Zona industriale tanto lunga. Relativamente alla Sovrintendenza, precisa Pastorelli, la Lega Nord farà ulteriori comunicati stampa e richieste di spiegazione essendo in atto un attacco vero e proprio della stessa nei confronti degli imprenditori dei centri storici, Tardioli precisa che da imprenditore è stato nei giorni scorsi penalizzato da un diniego della sovrintendenza. La Lega Nord e tutto il suo direttivo precisa che non finirà qui.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2015 alle 03:59 sul giornale del 14 ottobre 2015 - 586 letture

In questo articolo si parla di politica, lega nord, santa maria degli angeli, lega nord assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apaw