Bastia Umbra: Giulietti contro le potature 'selvagge', ''C'era una volta l'ombra''

Albero abbattuto 1' di lettura 21/10/2015 - Ultimamente girando per Bastia, i cittadini avranno sicuramente notato potature decisamente artistiche del verde pubblico.

Non sappiamo se l'amministrazione Ansideri abbia avviato una guerra all'ombra o se tutti gli alberi "potati" verranno collocati come arredo urbano nella nuova rotatoria di via Roma (sempre se per quest'anno non venga lasciata a maggese) o se saranno usati come paratia nel progetto del "Mose bastiolo" ventilato (speriamo fantasiosamente) per il sottopasso di via Firenze.
Quello che sicuramente sappiamo è che quantomeno la cittadinanza andrebbe informata in modo adeguato. Un comunicato di un mese fa che parla di "tutela e salvaguardia del verde pubblico" non crediamo possa presagire ad un intervento invasivo di questo genere.
Tantomeno che "le altezze massime consentite per ciascuno dei 18 alberi disposti a filare lungo la recinzione in cemento che delimita l’area ferroviaria" siano pari a 0 centimetri!
È possibile che i cittadini sappiano se sia quantomeno previsto un progetto di nuova piantumazione per far fronte all'ingente scomparsa del verde pubblico?


da Giacomo Giulietti
Segretario Circolo PD Bastia Centro





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2015 alle 11:30 sul giornale del 22 ottobre 2015 - 369 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, ascoli piceno, bastia umbra, malapotatura, giacomo giulietti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/apsf