Cannara: gemellaggio con Walla Walla nel nome della cipolla

3' di lettura 10/12/2015 - “Registriamo un risultato eccezionale anche perché siamo riusciti ad offrire interessanti eventi anche culturali con gli standard di qualità della preparazione dei piatti e dell’accoglienza che sono stati rispettati grazie all’impegno profuso da tutti i cittadini di Cannara e dalle associazioni”.

Un soddisfatto Fabrizio Gareggia, sindaco di Cannara, traccia così il bilancio di una straordinaria “winter edition” della Festa della Cipolla.
Tantissimi i visitatori arrivati a Cannara che hanno permesso di far replicare, a distanza di pochi mesi, il grandissimo successo della tradizionale festa di settembre. Per cinque giorni, a pranzo e cena con 400 coperti a disposizione nell’accogliente stand “Al cortile antico”, sono stati quasi 5mila i pasti serviti a base di cipolla cannarese.
Una “winter edition” che si è conclusa martedì 8 dicembre con la firma del patto di gemellaggio, nel nome della cipolla, tra Cannara e la cittadina statunitense di Walla Walla. Un finale che pone quindi orizzonti importanti per un evento e per un prodotto che sono entrati ancora di più nei cuori dei loro già tanti estimatori.
“Questa festa – aggiunge Gareggia – è stata particolare perché si è conclusa con un evento di straordinaria importanza con la firma definitiva del patto di gemellaggio con Walla Walla, un momento molto partecipato e intenso vista anche la partecipazione, come nostro ambasciatore, dell’amministratore delegato di Umbria Cuscinetti Antonio Baldaccini che ha tenuto a battesimo questo gemellaggio”. A sottoscrivere il Patto, che durerà dieci anni, in diretta skype da Walla Walla anche il sindaco Jerry Cummins che si è detto molto soddisfatto di questo legame.
Un Patto di gemellaggio tra il comune di Cannara e il comune di Walla Walla, nello Stato di Washington, voluto per avviare scambi volti alla valorizzazione dei rispettivi territori, economia, tradizioni e della rispettiva cultura agricola in particolar modo riguardante la produzione di Cipolla e di vino.
Considerata la loro comune storia nella produzione di cipolla e nella produzione di vino ed il rilievo delle rispettive nazioni in questa particolare coltivazione, collocate in due parti del mondo completamente diverse ed in un contesto culturale completamente diverso, le due città hanno così dato il via ufficialmente ad un legame di gemellaggio implicando una serie di azioni e attività nell’ambito delle proprie competenze. “Abbiamo intensione di iniziare subito a collaborare con Walla Walla per l’attività di promozione della cipolla di Cannara anche negli Stati Uniti – sottolinea il sindaco Gareggia – e soprattutto di partire con i vari scambi culturali tra le due comunità”.
L’amministrazione comunale di Cannara ora guarda al futuro con ottimismo anche alla luce dei risultati incoraggianti di questa edizione “winter”. I prossimi eventi in calendario sono un evento per il periodo pasquale che avrà come obiettivo principale la promozione della vernaccia di Cannara, altra eccellenza del territorio dopo la cipolla, e ancora più avanti con le infiorate di Cannara “con molte novità in serbo”, come annuncia il sindaco.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2015 alle 03:39 sul giornale del 10 dicembre 2015 - 310 letture

In questo articolo si parla di attualità, festa della cipolla, gemellaggio, cipolla, cannara, comune di cannara, walla walla

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arsH