Bastia Umbra: piano stalle, il Pd chiede rispetto per le aree di pregio

Pasquale Borgarelli 2' di lettura 22/12/2015 - Proroghe dei tempi per la realizzazione di piani urbanistici sono stati argomento dell'ultima seduta del consiglio comunale. La prima rigardava il rinvio di un anno per la firma della convenzione del piano R6 Piazza del Mercato che alla vigilia dello scorso Natale fu portata in consiglio e approvata in gran fretta dalla maggioranza con il voto contrario del gruppo PD.

Già allora sostenemmo che ci sembrava poco credibile tale piano nelle attuali condizioni di crisi del mercato immobiliare. Ci è stata chiesta una proroga con le motivazioni che un anno fa erano state negate. Abbiamo espresso un no all' allungamento dei tempi al fine di favorire un ridimensionamento alla stregua del piano Coop che ha ridotto i volumi previsti rendendo possibile la sua realizzazione.
La seconda proroga riguardava i tempi del cosiddetto "piano stalle" che in scadenza nel prossimo gennaio permette il recupero dei volumi attualmente, o in passato, destinati all'allevamento, prevedendo anche una loro possibile dislocazione. La mozione della maggioranza ne chiedeva la proroga fino alla approvazione del prossimo PRG (Piano Regolatore Generale). Come chiaramente espresso nel nostro intervento, siamo favorevoli al "piano stalle" e alla sua proroga, la nostra astensione significa che non siamo disposti ad avallare qualsiasi destinazione dei volumi in oggetto. Per esser più chiari vogliamo verificare che siano rispettate quelle aree definite di pregio e protette dal PRG vigente. Perplessità anche sul ritardo ormai incompresibile del futuro PRG che dovrebbe prevedere aree destinate allo scopo.
Comprendiamo la "amara sorpresa" dell'Assessore Fratellini per la nostra posizione sul "piano stalle" e siamo certi che comprenderà la diffidenza nostra e dei cittadini per una amministrazione che dimostra evidenti carenze in fase di programmazione come nel caso dei lavori del Palazzo sede del Comune dove si annuncia "una nuova copertura del tetto con un solaio più leggero.....". Ma il tetto non era stato rifatto due anni fa, appena prima che l'edificio fosse dichiarato inagibile?

da Pasquale Borgarelli
Capogruppo consiliare Pd Bastia Umbra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2015 alle 03:55 sul giornale del 22 dicembre 2015 - 307 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, pd bastia umbra, pasquale borgarelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/arTd