Bettona: la sinistra dice no alle congiure, ''Pd scellerato e irresponsabile''

Gian Luca Schippa 15/01/2016 - L'Associazione Sinistra Lavoro condanna le decisioni assunte dai due consiglieri comunali del Partito Democratico di Bettona di dimettersi congiuntamente ai due di opposizione della destra e determinare quindi la caduta della giunta guidata dal sindaco Stefano Frascarelli, la fine della legislatura e avviare il commissariamento prefettizio della città.

Una decisione, quella dei due esponenti del Pd, scellerata ed irresponsabile, che ha minato l'unità della coalizione costruita attraverso lo strumento delle primarie e sancita da un accordo programmatico di legislatura serio, praticabile e di grande rinnovamento.
L'opposizione di una parte del Pd all'azione della giunta Frascarelli ha prodotto una inutile ma alla fine disastrosa conflittualità all'interno della maggioranza e una crisi verticale anche nel loro stesso partito con il conseguente azzeramento del circolo locale da parte dei vertici regionali e provinciali che del resto parlano anche loro di "inadeguatezza di una classe dirigente che ha dimostrato di non sapersi misurare con le aspettative della comunità bettonese” e della necessità di un totale e radicale rinnovamento.
La situazione è ancora più paradossale ed inspiegabile in quanto era stato raggiunto un rinnovato e aggiornato accordo programmatico e anche un nuovo equilibrio della giunta con le dimissioni spontanee e generose dell'assessore Gian Luca Schippa che pure, nella sua azione amministrativa, aveva brillato, per presenza, impegno, esperienza e progettualità e che avrebbe quindi permesso, come richiesto, l'ingresso nell'esecutivo di un altro esponente del Pd.
Un rimpasto, quindi, e un sacrificio importante anche dello stesso sindaco Frascarelli per salvaguardare la maggioranza scelta dagli elettori e ricercare comunque una soluzione unitaria.
L'Associazione Sinistra Lavoro ritiene che questa traumatica e squallida vicenda, questa commistione innaturale tra la destra e un pezzo di Pd, non potrà comunque interrompere la positiva esperienza amministrativa e politica rappresentata dal sindaco e dalla coalizione che lo sosteneva e che pertanto dovrà proseguire anche in futuro.
L'Associazione Sinistra Lavoro parteciperà ovviamente all'annunciata assemblea popolare che si terrà venerdi 22 gennaio al cinema Excelsior di Passaggio di Bettona. Ridare subito un ruolo centrale alla partecipazione popolare è la risposta giusta alle congiure di palazzo.

da Stefano Vinti
Sinistra Lavoro Umbria





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2016 alle 13:48 sul giornale del 16 gennaio 2016 - 556 letture

In questo articolo si parla di politica, bettona, stefano vinti, sinistra lavoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asxc


Paolo Brufani

18 gennaio, 02:29
Credevo che il detto "quello si taglierebbe i c...... per fare dispetto alla moglie" era solo un detto ed in vece ho scoperto che c'è chi lo fa per davvero. Perché oltre al tradimento degli elettori c'è anche questo nell'azione Bambini...ana!!!