Assisi, 11 anni fa scompariva Fabrizio Catalano: un premio letterario vuole ricordarlo

Fabrizio Catalano 18/01/2016 - Sono passati quasi undici anni da quel maledetto 21 luglio del 2005, quando, sul sentiero francescano che collega Assisi e Gubbio, si persero le tracce del giovane Fabrizio Catalano, diciannovenne torinese in vacanza studio nella città serafica.

Oggi, a più di dieci anni di distanza, torna per il secondo anno consecutivo il premio letterario nazionale “Caro Fabrizio, ti racconto di un viaggio”, indetto dall'associazione “Cercando Fabrizio e...” che vede in prima linea la famiglia Catalano, impegnata da anni in iniziative per mantenere vivo il ricordo di Fabrizio e la speranza di poterlo, un giorno, riabbracciare.
Il giovane, diciannove anni, sempre sorridente e con tanta voglia di vivere, era originario di Collegno, alle porte di Torino, dove viveva insieme alla sua famiglia. Nel luglio del 2005 Fabrizio si trovava da qualche giorno ad Assisi per frequentare le lezioni estive del corso di musicoterapia, che frequentava già dall'anno precedente.
La sua sacca e la sua chitarra, dalla quale non si separava mai, furono ritrovati sul sentiero francescano francescano Assisi-Gubbio. Di lui, mai più nessuna traccia.
La madre Caterina Migliazza, insieme al marito Ezio e al figlio Alessio, fratello minore di Fabrizio, non hanno mai smesso di cercare la verità sulla scomparsa del giovane e ogni anno fanno ritorno ad Assisi per tenere viva la speranza di riabbracciare il loro caro, ripercorrendo luoghi ed eremi adiacenti al sentiero, bussando alle loro porte.
Fra le iniziative per non dimenticare Fabrizio, nel decennale dalla scomparsa celebrato lo scorso anno, l'associazione nata in memoria di Fabrizio ha organizzato un concorso nazionale di narrativa dal titolo “Caro Fabrizio, ti racconto un viaggio”, aperto a chiunque voglia esprimere in prima persona se stesso, i suoi pensieri e le sue esperienze rivolgendosi a Fabrizio, che diventa così il custode dei passi e si tramuta in un Diario di viaggio umano.
A fronte di un'ampia e toccante partecipazione registrata nella prima edizione, il premio letterario ha visto partire le iscrizioni per la seconda edizione del concorso, aperte fino al 31 marzo 2016.
L'intento del concorso, hanno spiegato i Catalano, è quello di ricordare e trasformare la speranza in affetto e sostegno, raccontando Fabrizio per dare idealmente voce alle migliaia di famiglie che, come i Catalano, vivono nella “attesa senza resa” di chi, come Fabrizio, un giorno è sparito nel nulla.
Per maggiori informazioni è possibile consultare e scaricare il bando di partecipazione sul sito www.fabriziocatalano.it.






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2016 alle 18:12 sul giornale del 19 gennaio 2016 - 581 letture

In questo articolo si parla di cultura, assisi, sara caponi, fabrizio catalano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/asD0