Solidarietà: il Gruppo Giovanile di Costano dona 1000 euro a "Il Giunco"

2' di lettura 01/03/2016 - Fin dalla sua nascita il Gruppo Giovanile di Costano, organizzatore della celebre Sagra della Porchetta, si è sempre contraddistinto per azioni di beneficienza, in passato i contributi sono andati anche al comitato Daniele Chianelli, o ad associazioni che si occupano dei bambini disabili.

Lo scorso anno, per esempio, è stato donato un defibrillatore alla Croce Rossa di Bastia Umbra.
Con la nuova reggenza di Simone Bordichini, eletto da poco quale nuovo presidente del Gruppo Giovanile, si è voluto continuare in questa efficace e benefica tradizione. «Con l'appuntamento conviviale di oggi a Costano - dice il presidente - abbiamo dato il via al tesseramento e, come abbiamo sempre fatto, destiniamo i fondi raccolti per un'azione di solidarietà. Quest'anno abbiamo consegnato il "simbolico" assegno di 1000 euro all'associazione "Il Giunco"». Il sodalizio, fondato dalla professoressa Rosella Aristei, giusto qualche mese fa, dopo anni di sforzi, è riuscito a fondare la "Casa di Jonathan", che sorge a Villaggio XXV aprile.
«Ci è sembrato doveroso - sottolinea Bordichini - dare il nostro piccolo contributo a chi sta facendo tanto per il sociale, come, appunto, Rosella Aristei». Il pranzo che si è tenuto presso il centro sociale di Costano sancisce anche la ripartenza della campagna di tesseramento in vista della prossima edizione de "La sagra de la Porchetta di Costano". «Sì - conferma il presidente - il Gruppo giovanile con il suo Consiglio direttivo avvia oggi la sua nuova stagione e cominciamo a prepararci per la prossima edizione della Sagra che, quest'anno, si terrà dal 18 al 27 di agosto. Per leggi regionali - puntualizza - ci hanno accorciato un giorno, ma a differenza di quelle sagre che cominciano il venerdì e terminano la domenica, noi avvieremo la festa un giorno prima e un giorno prima la termineremo».
Nel passato si parlava di dare alla Sagra un impulso che la tipizzasse ancora di più e su questo, il neo presidente, ha le idee molto chiare. «Quest'anno - dice - ci diversificheremo e punteremo alla tipicità del prodotto. La nostra porchetta è conosciuta in tutta Italia e, anche in relazione al fatto che la Regione imporrà alle sagre di servire pietanze legate al prodotto rappresentato, noi orienteremo il menu della cucina interamente sulla carne di suino. Non diversificheremo, quindi, andremo diritti a puntare sulla tipicità del nostro prodotto».
Il Gruppo giovanile ha anche lavorato per contribuire a creare L'Oratorio della Parrocchia di Costano. Al pranzo hanno partecipato, fra gli altri, anche il sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, l'assessore Catia degli Esposti e la presidente dell'Associazione Il Giunco, Rosella Aristei.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2016 alle 19:24 sul giornale del 02 marzo 2016 - 711 letture

In questo articolo si parla di attualità, costano, gruppo giovanile costano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auhK