Bartolini: “Inaccettabili gli attacchi di Lunghi ai dipendenti comunali”

Claudio Ricci e Giorgio Bartolini 2' di lettura 11/03/2016 - In questo modo l’attuale sindaco ff del Comune di Assisi Antonio Lunghi ha risposto alle domande che gli rivolgeva il giornalista di una nota rivista diffusa nei territori di Bastia, Assisi e comuni limitrofi per un totale di circa 50 mila abitanti: “Noi abbiamo personale inadeguato alle sfide del presente” ed ancora: “Quelle assunte ad un certo punto hanno la preparazione del loro tempo”; e infine: “La pubblica amministrazione non è riuscita a cogliere la rivoluzione tecnologica legata all’informatica in questo ultimo decennio”.

Queste affermazioni lasciano esterrefatti. Ci chiediamo: ma dov’è stato costui in questi ultimi anni di amministrazione? Come e perché ogni anno il Comune spende circa 30 mila euro per la formazione del personale? A che cosa serve ospitare anche un’apposita scuola di formazione, se poi non porta a nulla di buono? E soprattutto: che cosa ha fatto in cinque anni la strana coppia Ricci-Lunghi per rimediare a quella che secondo Lunghi è la situazione da terzo mondo della nostra macchina burocratica comunale?

La responsabilità in queste cose è in capo a chi guida l’amministrazione e non si può certo scaricarla sugli altri. In realtà nel settore informatico opera un ufficio comunale con due addetti molto preparati. Inoltre conosco personalmente la maggior parte dei dipendenti comunali e il mio giudizio è completamente opposto a quello di Lunghi. Si tratta di persone di valore, ben preparate e che si aggiornano costantemente all’uso delle nuove tecnologie e nell’applicazione di normative complesse e in continua evoluzione. I “nostri” dipendenti – e io lo so perché avevo l’onore di essere il sindaco di questa città - sono stati preziosi durante il post-terremoto; hanno gestito al meglio la ricostruzione e in seguito curato la realizzazione di moltissime opere pubbliche, che hanno trasformato l’intero territorio: altro che “personale inadeguato alle sfide del presente” come dice il sindaco ff.

I collaboratori di qualsiasi impresa devono avere una guida a cui fare riferimento. Se chi la dirige ha delle critiche da rivolgere al personale, deve impegnarsi lui per primo all’interno dell’azienda per superare i problemi. Mai abbiamo sentito un imprenditore parlare male dei propri dipendenti. Lunghi tiene un atteggiamento offensivo verso persone che ogni giorno svolgono con preparazione i propri compiti. Con le sue affermazioni denigratorie egli denuncia in realtà la propria incapacità di gestire e di indirizzare la macchina comunale. Tutto questo è profondamente ingiusto verso lavoratori che da anni quotidianamente fanno funzionare al meglio il Comune, pur in presenza di amministratori inadeguati. A questo punto, se fossimo nel settore del calcio, rotto il rapporto di fiducia tra allenatore e giocatori, ci sarebbe solo una decisione da prendere: le dimissioni del tecnico…


da Giorgio Bartolini
Gruppo consiliare Lista Bartolini





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2016 alle 20:02 sul giornale del 12 marzo 2016 - 2127 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, giorgio bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auKB