Ricci: "Propongo una scuola di arti e mestieri 'antichi'"

1' di lettura 30/05/2016 - Ricci propone (in una "mozione") una scuola regionale di arti, mestieri "antichi" e tradizioni storiche.

L'Umbria, oltre al paesaggio culturale includente rilevanti beni storici, fa emergere una ampia identità immateriale di arti, mestieri "antichi" e tradizioni storiche che rischiano di perdersi se non si promuove una trasmissione del sapere alle attuali generazioni anche come opportunità di lavoro in relazione ai futuri artigiani 2.0 (ove le "mani creative" saranno coniugate con robot, "utensili" stampati 3D e Internet per la fase di commercializzazione).
Claudio Ricci (consigliere regionale) osserva che in Umbria sono presenti molte persone e associazioni che potrebbero mettere a disposizione la loro esperienza come strumento didattico (da integrare per alcuni aspetti tecnici) anche per realizzare un "archivio multimediale" (storico culturale e includente adeguati strumenti didattici) delle arti, mestieri "antichi" e tradizioni storiche.
Claudio Ricci in una "mozione propositiva" (in itinere di presentazione in Consiglio Regionale) invita la Giunta Regionale e definire un progetto storico culturale e didattico (oltre che economico gestionale) per la istituzione di una "scuola regionale di arti, mestieri e tradizioni storiche".
Inoltre si auspica l'inclusione di tale progetto nel quadro legislativo all'interno dell'aggiornamento dei "testi unici" regionali in particolare afferenti al commercio (artigianato) e turismo.

da Claudio Ricci
Consigliere Regione Umbria





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2016 alle 10:22 sul giornale del 31 maggio 2016 - 465 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, regione umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axu0