Claudio Ricci (consigliere regionale) interviene in sessione europea

22/06/2016 - Claudio Ricci (consigliere regionale), durante l'intervento in Consiglio Regionale, ha presentato le indicazione sulle proposte in sede europea a partire dall'importanza della formazione e delle risorse umane in un momento dove si sta sviluppando una "economia digitale" e anche gli artigiani diventeranno sempre più "tecnologici" con l'utilizzo di stampati tridimensionali e robot (già oggi presenti in 150 casi ogni 10.000 addetti) e la necessità di vendere sempre più con Internet (oggi, in Italia, si vende on line solo per il 9% dei fatturati totali).

Altro punto l'economia circolare (allungamento del valore dei prodotti) cercando di "sprecare meno" e nei rifiuti puntare sulle 4 R: riduci (la produzione di rifiuti), Riusa, Ricicla e Riprogetta (anche applicando la "tariffazione puntuale" - si paga per il peso dei rifiuti indifferenziati smaltiti - che innalza la raccolta differenziata del +20%).

In ultimo un "mercato più equo" legato ad una economia più cooperativa e del noi, meno ostacoli normativi, più semplificazione e più attenzione alla produzione e tutela di brevetti e dei diritti intellettuali e d'immagine.

Da citare anche il turismo (al mondo i viaggiatori, nel 2016, supereranno i 1.2 miliardi complessivi) al fine di arrivare a un "marchio unico europeo sul turismo" per "promuovere e commercializzate" meglio i prodotti turistici nei mercati grandi come quello cinese.


da Claudio Ricci
Consigliere Regione Umbria




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-06-2016 alle 12:03 sul giornale del 23 giugno 2016 - 582 letture

In questo articolo si parla di politica, europa, consiglio, claudio ricci, regione umbria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/aypt