Claudio Ricci sul rientro in giunta dell'assessore alla sanità: "il cambiamento è già finito"

Claudio Ricci 30/06/2016 - Claudio Ricci (consigliere regionale dell'Umbria) "prende atto" del rientro in Giunta Regionale dell'Assessore con delega alla sanità rilevando che, visto il permanere del dirigente apicale alla sanità regionale (elemento che aveva causato le dimissioni), il cambiamento "annunciato" non si è determinato con l'Umbria "destinata ad un lento declino" (confermato dallo "scivolamento" al 10 posto, fra le regioni italiane, per i "famosi" LEA Livelli essenziali di assistenza).

Consentiteci di utilizzare un po' di leggerezza (estiva) anche se l'argomento è politicamente molto serio e con la salute dei cittadini bisogna essere "concreti" anziché perdere mesi e mesi (praticamente "fermi") in attesa che si consumassero "lotte di potere", fra componenti, della "ormai fragile" maggioranza. Certamente ora, dopo che sono volate "parole aspre" (si direbbero "gli stracci"), stiamo per vedere il classico "vitello grasso" che sancisce la "pace fatta" (per ora in linea con il "periodo balneare").

Gli umbri sono un "popolo mite" ma, come si dice, "non fate mai inquietare i buoni perché potrebbero diventare molto ostici". Ovviamente hanno perso i "bocciani" costretti a "chinare il capo" visto che il dirigente massimo alla sanità, oggetto di conturbazioni e guerre notturne, rimane al suo posto "vivo più che mai". Resta la "nobiltà persa" (in questa vicenda da "fine impero" con il "tutti contro tutti" che finisce nel classico "tengo famiglia) che un tempo si associava alla politica. Ma, forse, dell'arte nobile della politica (che dovrebbe essere una missione) dopo questo episodio rimane poco se non un "vitello grasso" da cucinare. Scusateci l'ironia ma, almeno, concedeteci quella ... (nella foto un "vitello grasso" con tanto di "stendardo da parata rosso").


da Claudio Ricci
Consigliere Regione Umbria




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2016 alle 09:20 sul giornale del 01 luglio 2016 - 968 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, regione umbria, cambiamento, finito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/ayGu