Bastia Umbra: viabilità, le considerazioni del PD "per il futuro della città"

2' di lettura 09/05/2020 - Solo per far comprendere al meglio il diverso approccio di Governo che distingue il Partito Democratico dalla Lega e per chiudere la sequela di interpretazioni dell'ultimo Consiglio Comunale, dove la Destra, non quella in maggioranza, ma quella perdente, pretendeva che il PD condividesse un'assurda mozione, la quale null'altro era che la richiesta di manutenzione, fatta passare per chissà quale idea di innovazione, quando le manutenzioni dovrebbero essere l'ordinaria amministrazione per una Giunta Comunale.

Sul tema viabilità e percorsi ciclo-pedonali abbiamo raccolto alcune idee e proposte della cittadinanza e elaborato una proposta d'insieme.

Partendo dalla necessità di mettere in sinergia l'esistente con nuove soluzioni e realizzare alcune migliorie si può ottenere un complesso sistema di mobilità alternativa per i collegamenti ciclo-pedonali tra i quartieri ed il centro cittadino.

In tal senso si è ritenuto doveroso ampliare la prospettiva proposta nel recente Consiglio Comunale e coinvolgere non solo il quartiere di XXV Aprile, ma anche Santa Lucia, Bastiola, Madonna di Campagna, Tribbio e Cipresso, ovvero tutto il quadrante Sud-Ovest, Ovest e Nord Ovest della Città rispetto al Centro di Bastia.

L'idea di fondo è quella che OCCORE GARANTIRE AD OGNI SINGOLO CITTADINO DI MUOVERSI DA E PER IL CENTRO CITTA' E LA STAZIONE FS IN BICI O A PIEDI in SICUREZZA, EFFICIENZA E SOSTENIBILITA'.

Per garantire ciò OCCORRE CREARE UN SISTEMA DI PERCORSI CICLO-PEDONALI CONTINUI E COLLEGATI TRA LORO MEDIANTE NUOVE PISTE CICLABILI E PASSERELLE DI ATTRAVERSAMENTO SUL FIUME CHIASCIO RICUCENDO POI CON AMPI SPAZI VERDI LE ZONE ATTUALMENTE IN DISUSO come quella a ridosso dell'area identificata dal Piano Franchi in cui ci si aspetta che sorga il famoso PARCO FLUVIALE CITTADINO.

Bastia con i suoi 27 kmq di estensione, gode di un territorio completamente pianeggiante in cui si innestano 2 "autostrade naturali" rappresentate dal Fiume Chiascio e dal Torrente Tescio.

Con una Politica Pianificatoria che tenga sempre più conto delle esigenze di sviluppo di una mobilità dolce, unitamente ad interventi mirati e programmati nel tempo, Bastia, anche per le sue caratteristiche morfologiche e per la sua alta densità abitativa, può ambire a diventare una delle capitali italiane della ciclo-mobilità, contribuendo quindi allo sviluppo sostenibile della città, alla salvaguardia ambientale del territorio ed al miglioramento della qualità della vita dei suoi cittadini.

Come Partito Democratico di Bastia, ci auspichiamo che l'attuale maggioranza di governo e tutte le forze politiche di opposizione si facciano carico di queste ed altre sollecitazioni di carattere innovativo per avviare un dibattito che conduca Bastia con sempre maggiore slancio verso orizzonti futuri.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2020 alle 11:14 sul giornale del 11 maggio 2020 - 196 letture

In questo articolo si parla di attualità, pd, bastia, bastia umbra, pd bastia, pd bastia umbra, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/blk9





logoEV