Bastia Umbra: Fase 2, PD, "Sosteniamo il commercio locale"

3' di lettura 21/05/2020 - Da lunedì le attività commerciali sono ripartite e a queste vogliamo innanzitutto rivolgere il nostro più sentito augurio per una virtuosa riapertura. Ciò detto, non è possibile pensare ed immaginare che le attività, così fortemente colpite dal lockdown, possano farcela da sole.

È tempo infatti che pubblico e privato imbastiscano e attuino un nuovo modo di interazione, anche economica, affinché il positivo sviluppo delle attività private possa generare valore anche per l'intera città e per i suoi cittadini.

Per questo, senza avere la pretesa di elevarci ad ideatori di misure rivoluzionarie, abbiamo svolto la consueta attività di ricerca sulle azioni messe in campo in altre realtà locali assimilabili a quella bastiola, dalla quale abbiamo tratto alcuni spunti.

Come già proposto all'amministrazione comunale e divulgato alla città per tramite le testate giornalistiche nonché alle associazioni di categoria, proponiamo l'attuazione di quattro semplici misure a costo zero.

La prima è quella che prevede di concedere ai pubblici esercizi della ristorazione e della somministrazione la possibilità di estendere a titolo gratuito l'occupazione suolo per poter ampliare la superficie commerciale in esterno e garantire quindi il necessario distanziamento tra la clientela.

Una seconda misura potrebbe essere quella di consentire alle altre attività commerciali, come ad esempio quelle legate all'abbigliamento, l'occupazione suolo a titolo gratuito per l'esposizione in esterno della merce (come avviene per lo Sbaracco) durante i prossimi mesi estivi, anche in questo caso per venire incontro alle esigenze dei clienti garantendo il necessario distanziamento sociale.

Collegata a queste misure, vi è la possibilità di pedonalizzare Piazza Mazzini ed alcune vie del Centro in determinanti momenti collegati ad eventi particolari. Si potrebbe ipotizzare di attivare questa misura limitatamente ai fine settimana da giugno e settembre o in particolari giorni della settimana in concomitanza con degli eventi organizzati nella fascia oraria serale, dalle 18 alle 24, come avviene in determinate località turistiche. Questo permetterebbe ai bastioli di vivere maggiormente il centro cittadino durante i prossimi mesi estivi, con le occasioni di socialità, svago ed acquisto ad esso collegate.

Infine! Per incentivare ulteriormente la ripresa del commercio locale cittadino sarebbe interessante elaborare dei c.d. "Buoni in Anticipo" o "Bastia Bond", ossia dei buoni spesa in modalità "paghi oggi e consumi in seguito" che ogni cittadino potrà acquistare adesso e spendere con delle promozioni dopo l'estate. Questo permetterebbe alle attività aderenti oltre ad incamerare della liquidità necessaria per tamponare le difficoltà del momento, di promuoversi e fidelizzare la clientela. In tutto questo l'amministrazione comunale potrà fungere da cassa di risonanza, promuovendo fortemente l'iniziativa nei diversi canali di comunicazione che ha a disposizione.

Da sempre la comunità bastiola è stata motore di eccellente commercio e, di innovazione, divenendo spesso e negli anni esempio positivo da seguire. Siamo certi che lo sarà ancora, e per tanto tempo.

Direttivo Partito Democratico Bastia U.
Gruppo Consiliare Partito Democratico Bastia U.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-05-2020 alle 11:03 sul giornale del 22 maggio 2020 - 200 letture

In questo articolo si parla di lavoro, pd, bastia, bastia umbra, pd bastia, pd bastia umbra, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bl8H





logoEV