La ripartenza di Area4, una voce fuori dal coro! La palestra di Bastia Umbra ha ricominciato subito in totale sicurezza

6' di lettura 29/05/2020 - Una voce fuori dal coro dei timori e delle lamentele che, legittimamente, stanno emergendo dal settore. In un'ancora più difficile Fase 2, quella della ripartenza, dopo la chiusura anche del mondo delle palestre a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19, Area4 è tornata grazie a soluzioni innovative che lanciano quindi un messaggio positivo e di fiducia anche rispetto al presente e al futuro. Tutto in linea con lo spirito di quella che non è solo una palestra, ma un Centro di preparazione fisica e posturale di alto livello, unico nel panorama regionale e non solo.

Mentre si parla da più parti di aperture parziali o a metà, la nuova palestra di Bastia Umbra (dopo l'avvio da ottobre e pochi mesi di prime attività era quindi stata costretta a chiudere le sue porte nonostante una partenza molto promettente della stagione) è tornata a fare quello che sa fare meglio e da subito in totale sicurezza, senza lasciare da parte nessuna delle sue prerogative e attività.

Anzi, Area4 rilancia "annullando" la paura e riportando un senso di fiducia, serenità ed equilibrio alle persone, in questo periodo molto spesso confuse e quindi da "riallineare", mettendo al centro il benessere fisico e mentale. Rilanciando così la formula benessere per futuro post-Covid: "Allena la tua mente, proteggi il tuo corpo".

"Finalmente abbiamo ripreso la tanto attesa attività all'interno della nostra palestra" commenta l'amministratrice e responsabile tecnico di Area4 Barbara Carli per poi aggiungere: "Finora abbiamo utilizzato un sistema di prenotazioni on line per gli ingressi in sala e per le sedute personal one to one con suddivisione in fasce orarie, ma dal 1 giugno torneremo agli accessi liberi in quanto abbiamo spazi che permettono facilmente di mantenere ben oltre i metri di distanziamento sociale richiesti dalle indicazioni sanitarie e dalle normative".

"Anziché puntare alla limitazione abbiamo rafforzato i controlli" affermano i soci della palestra, veri e propri "pionieri della sicurezza" (insieme a Barbara Carli gli artefici del progetto Area4 sono anche Mattia Tanci, Mattia Agostinelli, Erica Mancini), i quali hanno fatto già prima dell'emergenza sanitaria quello che ora si va completando e strutturando in maniere sistematica per rispettare regole di convivenza imposte per proteggersi dai contagi durante le attività sportive in palestra.

Lo sport all'interno di Area4 riparte quindi in sicurezza avendo a mente lo slogan utilizzato nel regolamento per organizzare gli spazi comuni: "Ognuno protegge tutti". "La palestra può essere considerato un luogo sicuro" sottolinea Barbara Carli. "Oggi più che mai – prosegue – la scelta della palestra va fatta con molta attenzione. Prima del Covid-19 ho spesso voluto sottolineare l'importanza della scelta di un luogo in cui allenarsi; con professionisti del settore e non semplici improvvisati del fitness. Oggi nel termine sicurezza è richiesta oltre alla professionalità della persona che svolge il lavoro anche la qualità della struttura nella quale viene svolta l'attività. Evitare chi si improvvisa personal trainer e lo fa con modalità logistiche non idonee. Le linee guida fornite dal consiglio dei ministri parlano chiaro su ciò che deve garantire ogni sito sportivo perché gli allenamenti si svolgano in sicurezza".

Area4 ha avuto, nella sventura Covid-19, la fortuna o meglio la capacità di crescere e trasferirsi da un piccolo sito ad un grande spazio di quasi 1.500 mq. "Una superficie completamente rinnovata e strutturata – spiega ancora Carli – con una visione igienica tale da poterci considerare pionieri della sicurezza sia nella disposizione degli spazi sia nella presenza di presidi igienici volti alla sicurezza delle persone. Da amministratrice di Area4 mi assumo la responsabilità di dire che è senz'altro un luogo sicuro. Lo è per tanti motivi: il fatto di essere una struttura nuova (aperta nell'ottobre del 2019) costituita da uno spazio completamente rinnovato e soprattutto già dotato (in tempi non sospetti) di attenzioni e dispositivi igienico sanitari. Mi sono dedicata ad ogni singolo dettaglio normativo affinchè il senso di sicurezza oltre il reale sia anche percepito".

Distanziamento garantito quindi, con divisione postazioni per allenamenti completi senza uscire dal proprio spazio, e sanificazione continua di luoghi e attrezzi. In palestra si deve arrivare già vestiti per poi cambiare le scarpe all'ingresso, con il personale che registra ingressi (tenendo il conto del numero delle persone che in sicurezza si possono allenare), temperatura e fa sottoscrivere la certificazione. Ingresso e uscita sono differenti, senza che quindi nessuno incontri un'altra persona visti i percorsi personalizzati. Il cliente viene poi accompagnato alla sua area di allenamento, con dei quadrati ideali preparati sulla base di stazionamenti completi: si ha così la possibilità di avere a disposizione il circuito di tutti gli attrezzi senza doversi spostare all'interno della palestra.

L'uso della mascherina è richiesto quando si attraversano spazi comuni, ma durante la sessione di allenamento, in Area4 ogni cliente potendo disporre del proprio spazio vitale ben distanziato da quello degli altri, e completo di ogni attrezzo utile ad allenare tutto il corpo, può farne anche a meno. La permanenza consigliata è quella di un'ora, per dare la possibilità di altri ingressi. Da ottobre in poi Area4 si riattiverà per riaprire anche docce e spogliatoi.

Una palestra che si caratterizza come un ambiente quasi sanitario, vista anche l'imminente attivazione di veri e propri ambulatori con la presenza di medici, nutrizionisti e fisioterapisti. Per una zona che andrà a costituire la cosiddetta Area4 Medical, con professionisti quindi che si andranno ad integrare con lo staff della palestra composto attualmente da oltre 20 persone, dando lavoro quindi a molte persone.

"Grazie alla vicinanza mantenuta con i nostri clienti, abbiamo trasformato una difficoltà in tante opportunità" aggiunge infine l'amministratrice della palestra. Prima fra tutte, la nascita di una sinergia con Assisi Postural Back School. La Back School letteralmente tradotta in "scuola della schiena" è sorta per insegnare tutto quello che serve per prevenire e curare il mal di schiena e la cervicalgia. Non è una semplice ginnastica ma una vera e propria scuola, utile non solo a ridurre il dolore ma anche e soprattutto rimuovere la causa che lo provoca. Il soggetto così preparato acquisisce un atteggiamento di fiducia con la capacità di autogestire i suoi problemi di salute attraverso un impegno personale.

L'altra opportunità è quella delle lezioni online. Nei mesi in cui la palestra è stata ferma "fisicamente" i suoi istruttori non si sono fermati mantenendo contatti con i clienti attraverso appuntamenti in streaming sul web. In maniera gratuita è stata data la possibilità di allenarsi da casa tutti i giorni nonostante lo stop degli abbonamenti. Anche su questo nuovo aspetto, Area4 continuerà ad offrire un servizio soprattutto a chi ancora ha paura di tornare in palestra.

Area4
Per Info:
www.area4gym.it
info@area4.it
+39 075 372 1456
+39 392 1792225
Via Sacco e Vanzetti, n.16 – Bastia Umbra








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 12:33 sul giornale del 30 maggio 2020 - 197 letture

In questo articolo si parla di attualità, palestra, bastia, bastia umbra, comunicato stampa, Area4

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bmJu