Tavolo regionale di crisi, Cgil, Cisl e Uil Umbria: misure straordinarie contro i licenziamenti e per la continuità occupazionale

1' di lettura 29/05/2020 - "Abbiamo chiesto al tavolo regionale di crisi di definire una misura eccezionale contro i licenziamenti e di rafforzare tutti gli ammortizzatori sociali per il 2020 al fine di salvaguardare l'occupazione, sia quella a tempo indeterminato che quella precaria".

Lo dichiarano in una nota i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil dell'Umbria, Vincenzo Sgalla, Angelo Manzotti e Claudio Bendini che hanno partecipato alla riunione in video conferenza con gli assessori regionali Paola Agabiti e Michele Fioroni.

"I lavoratori umbri vanno tenuti agganciati ai loro posti di lavoro, per una ripresa più rapida ed efficace - affermano i tre segretari dei sindacati umbri - e questo non solo per le ovvie ricadute sociali, ma anche per non disperdere le professionalità e le competenze di queste lavoratrici e lavoratori". Al contrario, secondo Cgil, Cisl e Uil, in questa fase "vanno messe in campo politiche straordinarie di protezione sociale e formazione professionale. L'Umbria sia promotrice di una nuova fase che ha come priorità la salute e il lavoro delle persone".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 11:25 sul giornale del 30 maggio 2020 - 181 letture

In questo articolo si parla di lavoro, sindacati, umbria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmI3