Cultura, incontro tra Slc Cgil e Agis: servono stati generali dello spettacolo in Umbria

teatro generico 1' di lettura 07/08/2020 - In data 23 luglio si è svolto in modalità telematica il primo incontro fra SLC CGIL e AGIS Umbria. All'incontro erano presenti Enrico Bruschi segretario generale SLC CGIL UMBRIA, Emanuela Faraglia del dipartimento cultura SLC CGIL UMBRIA, Maria Chiara Tofone SAI SLC CGIL Umbria e Francesco Maria Perrotta commissario per AGIS Umbria.

Entrambe le organizzazioni di rappresentanza hanno ribadito l'importanza della cultura in Umbria per la crescita civile dei cittadini e per la ricchezza che produce e allo stesso tempo hanno rappresentato le difficoltà nella ripartenza e le incerte prospettive del settore.

In un sistema come quello della cultura, altamente parcellizzato, il ruolo della rappresentanza del settore assume una importanza strategica al fine di rappresentare univocamente, ma allo stesso tempo facendo sintesi, tutte le istanze che vengono prodotte.

Sarebbe importante superare egoismi e divisioni che hanno lacerato il settore in Umbria perciò sia AGIS che SLC CGIL sono concordi nel promuovere un incontro con tutte le diverse associazioni e organizzazioni di rappresentanza del mondo della cultura umbro, per delineare un quadro sintetico e portarlo all'attenzione della Regione.

SLC CGIL inoltre ha chiesto ad AGIS di farsi promotrice con le imprese associate di favorire un modello di prossimità degli spettacoli per favorire le competenze e eccellenze degli operatori e lavoratori dello spettacolo umbri.

Enrico Bruschi SLC CGIL UMBRIA
Francesco Maria Perrotta AGIS UMBRIA






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2020 alle 10:17 sul giornale del 08 agosto 2020 - 214 letture

In questo articolo si parla di cultura, sindacati, umbria, teatro generico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsM7