La Juventus è ancora la favorita per la vittoria dello scudetto?

3' di lettura 13/10/2020 - Dopo una sola stagione con Maurizio Sarri alla guida del progetto tecnico bianconero, uno scudetto e una dolorosa eliminazione dalla Champions League all’esito del doppio incontro con il Lione, la società bianconera ha deciso di voltare immediatamente pagina e dopo giorni di attesa, riflessione e ripensamenti, alla fine la scelta su chi dovesse ricoprire il ruolo di allenatore è ricaduta su Andrea Pirlo.

Arriva Pirlo, ma l’unico obiettivo resta vincere

Pirlo, alla sua prima esperienza da allenatore, è atteso a una sfida difficilissima in quanto in casa Juventus l’unico risultato ammesso è la vittoria. In questi ultimi anni i bianconeri, reduci da nove scudetti consecutivi, hanno preso sin troppo sul serio il motto “vincere è l’unica cosa che conta” e vanno a caccia del decimo titolo di fila che proietterebbe di diritto la Vecchia Signora nella storia del calcio europeo. Quest’anno, tuttavia, vincere nuovamente potrebbe essere più difficile rispetto al passato e ciò in quanto le dirette inseguitrici sono riuscite a innalzare il proprio livello tecnico e hanno accorciato il gap che in passato le separava dai bianconeri. Dando un’occhiata alle principali quote scommesse degli esperti, i bianconeri restano i principali indiziati per la vittoria del titolo, ma la sensazione è che quest’anno saranno diverse le squadre che potranno giocarsela alla pari, o quasi, con la Vecchia Signora. Se già durante la passata stagione Lazio e Inter avevano lasciato intendere di poter infastidire Ronaldo e compagni, quest’anno nella lotta scudetto potranno inserirsi anche Napoli, Atalanta e Milan.

L’Inter, il Napoli e l’Atalanta si sono avvicinate

Se è vero che, come detto, la Juventus sembra essere almeno sulla carta ancora la squadra più forte, sia per la qualità dell’undici titolare, sia per la profondità della rosa, è altrettanto vero che le rivali si sono sensibilmente avvicinate. Su tutte l’Inter, dopo gli acquisti di Kolárov, Hakimi, Vidal e Darmian, i ritorni di Nainggolan e Perišić, i riscatti di Barella, Sensi e Sánchez, e dopo aver trattenuto Lautaro Martínez, punta con forza al titolo e sembra avere tutte le carte in regola per riuscirci. Come già emerso da queste prime tre giornate di campionato, rispetto al passato i nerazzurri hanno deciso di puntare su un gioco offensivo e chissà che questa non possa essere una scelta decisiva in ottica titolo. Oltre all’Inter, anche Atalanta e Napoli sembrano avere tutte le carte in regola per giocarsi lo scudetto fino alla fine. Sia gli orobici che i partenopei hanno deciso di dare continuità al progetto tecnico e, soprattutto, hanno puntellato le già competitive rose con innesti di qualità che potrebbero garantire un sensibile passo in avanti nelle gerarchie interne al campionato.

Il campionato di Serie A sta finalmente tornando ai fasti di un tempo e anche Milan, Lazio e Roma sembrano avere tutte le carte in regola per risiedere stabilmente nelle zone alte della classifica. Dal canto nostro, non ci resta altro da fare che metterci comodi e aspettare di scoprire chi alla fine riuscirà a spuntarla.






Questo è un articolo pubblicato il 13-10-2020 alle 11:57 sul giornale del 13 ottobre 2020 - 24 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byug





logoEV