Fondo Re–start portato a 28,5 milioni di euro. Fioroni: "Misura che permette di dare liquidità ad aziende e liberi professionisti"

1' di lettura 21/10/2020 - La Giunta della Regione Umbria ha approvato mercoledì il rifinanziamento del fondo prestiti Re-start per un importo di ulteriori 10 milioni di euro, portando la dotazione finanziaria complessiva della misura a 28,5 milioni di euro.

La misura consente ai richiedenti di ricevere un prestito fino a 25 mila euro, di cui la metà a fondo perduto, se vengono rispettati alcuni requisiti indicati nel bando, fra cui ad esempio l’acquisizione di dispositivi di sicurezza individuali in relazione all’emergenza Covid-19 e di beni finalizzati ad aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro o di somministrazione, o l’acquisizione di strumenti produttivi e tecnologie digitali.

L’Assessore regionale allo Sviluppo Economico, Innovazione, Digitale e Semplificazione Michele Fioroni dichiara che “Il Fondo prestiti Re-start è una misura che ha permesso di dare liquidità ad aziende e liberi professionisti messi in ginocchio dalla crisi economica derivante dalla diffusione del virus Covid-19. Data la grande richiesta di finanziamenti è stato dunque essenziale rifinanziare la misura per dare ossigeno ai nostri operatori economici in un momento di grande difficoltà”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2020 alle 18:13 sul giornale del 23 ottobre 2020 - 181 letture

In questo articolo si parla di attualità, gubbio, perugia, foligno, orvieto, città di castello, umbria, assisi, terni, spoleto, regione umbria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bzkB





logoEV