...

I lunghi mesi del lockdown hanno certamente cambiato le abitudini alimentari degli umbri, che hanno riscoperto la buona tavola in casa, impegnandosi personalmente nella preparazione di piatti ormai dimenticati; si sono fatti più attenti all’acquisto e più disponibili all’ascolto del professionista dietro il banco, che ha potuto così svolgere pienamente la sua funzione di consulente all’acquisto consapevole e di qualità, consolidando nell’emergenza anche il proprio rapporto di fiducia con il consumatore.