SEI IN > VIVERE ASSISI > ATTUALITA'
articolo

Bastia: Pd, sintesi del dibattito ''La città che vorrei''

2' di lettura
592

partito democratico

Ieri, venerdì 30 luglio, il Pd ha diffuso un comunicato per esporre la sintesi del dibattito, tenutosi giovedì sera, organizzato per consentire l'approfondimento e la discussione sul Paim (Piano di iniziativa mista) relativo alla riqualificazione dell'area Franchi. Presenti, oltre al Pd bastiolo, il sindaco Ansideri, alcune rappresentanze e molti cittadini.

Il dibattito si è tenuto giovedì 29 luglio nella sala consiliare del municipio bastiolo, e, nonostante il maltempo, ha registrato una buona affluenza di pubblico.

Il primo ad intervenire è stato il coordinatore del Pd Nicolò Violini, il quale ha espresso una posizione favorevole alla riqualificazione dell'area e al conseguente trasferimento dell'azienda Franchi nella zona industriale di Ospedalicchio.
Violini ha sottolineato tuttavia alcuni punti che restano da chiarire: la mobilità all'interno del nuovo quartiere, soprattutto alla luce della variante generale al PRG che dovrà essere necessariamente elaborata negli anni venturi; l'assenza delle scuole dal piano; la distribuzione di funzioni e servizi in Via Firenze; il preannunciato coinvolgimento delle Poste.

All'intervento del coordinatore è seguito quello del consigliere Casagrande Moretti, il quale ha confermato l'appoggio dei consiglieri piddini a patto che i dubbi emersi dalle consultazioni vengano chiariti grazie a coinvolgimento e partecipazione, al di là della sede consiliare.
L'intervento dell'ex sindaco Francesco Lombardi invece ha sottolineato l'impegno della precedente amministrazione comunale al fine di permettere la convergenza tra la salvaguardia occupazionale e produttiva con lo sviluppo della città.

Il Pd ha infine espresso apprezzamento per presenza e partecipazione attiva al dibattito di figure politiche e amministrative, tra cui il Presidente di Confcommercio; gradita la partecipazione di rappresentanti di associazioni, del sindaco Ansideri e dell'assessore Livieri.
Ha concluso il dibattito l'assessore provinciale all'urbanistica Carlo Antonini (Pd), il quale ha puntualizzato che sarà necessaria una progettazione allargata affinché il Paim possa trovare piena realizzazione.



partito democratico

Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2010 alle 18:56 sul giornale del 31 luglio 2010 - 592 letture