Coppia di ladri nomadi in fuga, arrestata la moglie

polizia di pesaro 2' di lettura 03/08/2010 -

Prima il furto, poi la fuga in camper, e infine la corsa a piedi per sfuggire all'arresto: il nomade ha abbandonato moglie e figli nel camper ed è fuggito nelle campagne del folignate. La moglie è stata arrestata e condotta in carcere, dove attenderà il processo per direttissima.



Nella giornata di lunedì 2 agosto la polizia ha scoperto una coppia di nomadi a rubare una borsetta dal finestrino di un'autovettura, nella zona di Assisi, e più precisamente nei pressi del Ponterosso. I due nomadi sono risaliti di corsa sul proprio camper, dentro cui erano presenti anche i due bimbi piccolissimi, e si sono dati alla fuga.
Inseguiti dagli agenti, l'uomo ha percorso un tratto di strada contromano, speronato un'auto in transito e forzato un posto di blocco, tentando di travolgere con il mezzo un poliziotto, rimasto illeso gettandosi in mezzo al campo adiacente la strada.

La fuga è proseguita fino ai campi di granturco di Acquatino, nella zona tra Foligno e Spello, dove il nomade ha abbandonato il camper per proseguire la fuga a piedi, nonostante i colpi sparati in aria dalle forze dell'ordine a scopo intimidatorio.
Nel camper era rimasta la moglie con i due figlioletti, che è stata subito arrestata dagli agenti del commissariato di Foligno e di Assisi e condotta in carcere insieme ai due figlioletti, di uno e due anni e mezzo.

La donna, 26enne, nomade e con cittadinanza italiana, è accusata di furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale.
Il marito, 30enne, anch'egli nomade con cittadinanza italiana e con una lunga serie di precedenti, dovrà rispondere dei reati di tentato omicidio, furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, guida senza patente e danneggiamenti.

Il camper è stato posto sotto sequestro, e la refurtiva recuperata in un campo dove era stata gettata dalla coppia in fuga.
Proseguono le ricerche del nomade nelle campagne tra Assisi, Spello e Cannara; tuttavia, sostiene il vice questore Bruno Antonini, non è escluso che l'uomo abbia già lasciato l'Umbria.






Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2010 alle 23:39 sul giornale del 04 agosto 2010 - 695 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arresto, tentato omicidio, furto, nomadi, sara caponi, inseguimento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aVf





logoEV
logoEV