Bastia: il consigliere Erigo Pecci (PD) propone la riconversione degli allevamenti suinicoli

erigo pecci 2' di lettura 28/08/2010 -

Il consigliere del Partito Democratico di Bastia Umbra Erigo Pecci interviene sulla questione degli allevamenti di suini, ricordando il grave inquinamento degli ultimi anni portato alla luce dalle indagini ‘Laguna de Cerdos’, sottolineando che, in conseguenza dei cambiamenti urbanistici degli ultimi decenni, gli allevamenti suinicoli mal si conciliano con la morfologia del territorio bastiolo di oggi.



«Leggendo il comunicato stampa del sindaco di venerdì 27 agosto si ha la chiara conferma della totale estraneità del sindaco Ansideri e della sua giunta alla realtà del territorio.

Il sindaco sostiene la bontà economica degli allevamenti suinicoli; da parte nostra, riconosciamo tutti che sono stati volano allo sviluppo dell’economia della nostra città negli anni passati, ma oggi sono limitati ad alcuni insediamenti che lavorano in soccida.
Soccida che lascia a Bastia solamente l’allevamento degli animali, che arrivano già svezzati ripartendo poi prima della macellazione, realizzando così plusvalore economico per chi controlla la filiera a monte.

Il sindaco non considera per nulla la variata morfologia del nostro territorio che si è avuta dagli anni ’60/’70 ad oggi; Bastia è infatti diventato un territorio che per la maggior parte è interessato da residenza e servizi, funzioni che mal si conciliano con l’allevamento di suini.

Il sindaco fa finta di non ricordare o di non conoscere la grave situazione di inquinamento che si è venuta a determinare nel comprensorio Bettona-Bastia a causa dello scellerato riversamento dei liquami prodotti dagli allevamenti.
Scellerato riversamento per il quale è in corso una vasta indagine delle autorità competenti che ha portato al rinvio a giudizio di diversi soggetti e alle dimissioni del suo assessore Bagnetti.

Per rilanciare la filiera dell’allevamento suinicolo sono necessari importanti investimenti, dall’allevamento alla commercializzazione delle carni. Il sindaco, partecipando alla conferenza svoltasi a Bettona, sa bene di queste questioni, ma sa soprattutto che non è con interventi a spot che si affronta questa complessa tematica.

È tempo di scegliere se coinvolgere il nostro territorio nella filiera degli allevamenti, considerando i costi in termini economici e ambientali e tenendo conto della morfologia e dello sviluppo urbanistico a cui Bastia oggi è arrivata, oppure procedere alla riconversione degli allevamenti, magari creando occasione di altre opportunità di lavoro meno impattanti.
Noi proponemmo già 5 anni fa alcune soluzioni, il centrodestra allora votò contro.»


da Erigo Pecci
Gruppo consiliare PD Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2010 alle 17:44 sul giornale del 30 agosto 2010 - 871 letture

In questo articolo si parla di politica, inquinamento, allevamenti, bastia umbra, partito democratico bastia umbra, erigo pecci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bAs