Assisi - Rifondazione fa il punto sugli incontri tra Cianetti e i cittadini

partito rifondazione comunista 3' di lettura 14/09/2010 -

Il segretario del Circolo PRC di Assisi Francesco di Lascia e il responsabile Franco Cesario forniscono un riassunto degli incontri organizzati dalle forze politiche di “Buongiorno Assisi” (PRC, SEL e Mongolfiera) tra il candidato Carlo Cianetti e i cittadini delle frazioni del comune di Assisi. Anche Rifondazione interviene sulla voce circolata negli ultimi giorni a proposito dei tagli al Calendimaggio, ipotesi tuttavia smentita dal sindaco Claudio Ricci attraverso un comunicato stampa, il cui contenuto è stato riaffermato durante il consiglio comunale tenutosi ieri, lunedì 13 settembre.



«In tre giorni il PRC di Assisi ha incontrato ed organizzato, insieme al candidato sindaco Carlo Cianetti e a tutta “Buongiorno Assisi!” in ben cinque occasioni differenti (a Tordandrea alla Pro Loco, al Parco del Pincio ad Assisi, ad Armenzano e in case private di S.M.Angeli e Capodacqua) centinaia di persone che ci hanno esternato i loro dubbi, le loro problematiche e spesso la loro rabbia verso l'amministrazione comunale che in questi anni ha pensato solo al cemento e non alle persone.

In particolare, all’assemblea di Tordandrea, dove è intervenuto un esperto della Regione Umbria che ha confermato, con tanto di cartina alla mano, il diffuso inquinamento di centinaia di pozzi fra Torchiagina, S. M. Angeli e Tordandrea (come avevamo denunciato già da molto tempo), gli abitanti della frazione hanno espresso l’intenzione di creare al più presto un comitato per richiedere alla giunta comunale interventi straordinari ed urgenti.
Gli animi si sono scaldati anche quando si è parlato del Piano Regolatore soprattutto quando è stato portato a conoscenza il fatto che è possibile fare osservazioni, da parte dei cittadini, solo fino al 15 ottobre, dimostrando come minimo una grave carenza di trasparenza da parte del comune.
Anche la giornata di domenica è stata piena di eventi ed incontri: con numerosi cittadini di Assisi centro abbiamo amaramente constatato le avvilenti condizioni in cui versa il Parco del Pincio, un patrimonio di tradizioni ambientali del nostro territorio nonchè fucina di bei ricordi, ormai tramontati, completamente ignorato in questi anni dalle giunte di destra (come testimoniano le foto riportate).
Nel pomeriggio invece siamo stati ad Armenzano, una località assolutamente dimenticata dal duo Ricci-Bartolini: i cittadini hanno espresso tutta la loro rabbia e frustrazione per la carenza di servizi e un senso di abbandono da parte delle istituzioni.

Dal canto suo, la giunta Ricci che sta facendo nel frattempo?
A parte litigare, non fare niente per il rilancio del turismo e cercare posizionamenti vari, pare che (come avrebbe denunciato l’insicuro assessore Paoletti) si stia pensando ad un taglio dei fondi per il Calendimaggio, mentre invece sono stati rifinanziati i cosiddetti Volontari per Assisi! Ricordiamo che il Calendimaggio è una festa molto importante per Assisi mentre non c'è nessun motivo evidente per continuare a finanziare un corpo come quello dei Volontari per Assisi, (questo dimostra oltretutto la cattiva considerazione che il sindaco ha nei confronti delle forze dell’ordine preposte alla tutela della famigerata sicurezza pubblica).
Se queste indiscrezioni sul Calendimaggio fossero confermate (mentre invece è sicura, purtroppo, la nuova elargizione di denaro pubblico per le ronde bartoliniane) sarebbe quantomeno disdicevole.
Unica soluzione rimastaci: mandarli a casa!»

Franco Cesario, Segretario Circolo PRC Assisi
Francesco Di Lascia, Responsabile PRC Assisi







Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2010 alle 02:13 sul giornale del 14 settembre 2010 - 886 letture

In questo articolo si parla di cronaca, assisi, tordandrea, partito rifondazione comunista assisi, carlo cianetti, buongiorno assisi, pincio di assisi, armenzano di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b69





logoEV
logoEV