Bastia: riapertura al traffico di piazza Mazzini, preziosa opportunità per i commercianti

piazza mazzini bastia umbra 3' di lettura 02/12/2010 -

Approvata la manovra finanziaria da 230 mila euro. Duecentomila euro saranno destinati alla sistemazione della viabilità e alla realizzazione di due rotatorie tra via Roma e via Firenze. Piazza Mazzini verrà riaperta al traffico.



«Il Consiglio comunale di martedì 30 novembre ha approvato l’assestamento generale del bilancio 2010 e la variazione del piano triennale delle opere pubbliche con i voti favorevoli del centrodestra, contrario il centrosinistra.

La manovra è stata illustrata dall’assessore al bilancio Roberto Roscini che ha evidenziato un aumento delle entrate e delle uscite per 230mila euro. Le maggiori entrate sono state destinate solo per 70mila euro al finanziamento delle spese correnti e per 160mila euro al finanziamento delle spese in conto capitale. Tenuto conto dei risparmi previsti nel recupero della chiesa di Sant’Angelo stimati in 200mila euro, i nuovi investimenti deliberati superano i 300mila euro: 200mila di questi destinati alla sistemazione della viabilità tra via Roma e via Firenze e oltre 100mila euro a manutenzioni straordinarie (impianti di pubblica illuminazione, sistemi di smaltimento delle acque meteoriche e verde pubblico).

Il Consiglio ha dibattuto alcuni aspetti della manovra e in particolare la riduzione di spesa per il recupero di Sant’Angelo, le rotatorie di via Firenze e via Roma e la riapertura al traffico di piazza Mazzini.

L’assessore ai lavori pubblici Marcello Mantovani ha spiegato che una parte consistente delle economie per la ristrutturazione della chiesa dipendono dal nuovo piano approvato anche dalla soprintendenza ai beni storici e artistici dell’Umbria, che non prevede più la necessità di acquisto di un appartamento adiacente alla struttura.

Sulle scelte della viabilità nel centro storico, in particolare sulla riapertura al traffico della piazza centrale, è intervenuto il sindaco Stefano Ansideri per evidenziare che si tratta di una scelta da lui fortemente voluta e mirata a ridare interesse a piazza Mazzini, soprattutto alla parte centrale che è diventata un deserto di presenze, ma anche di esercizi pubblici e negozi.

“In pochi mesi – ha ricordato Ansideri – se ne sono chiusi sette senza prospettive di ricambio. Il nostro intervento mira a mettere nelle stesse condizioni di operatività economica e di concorrenzialità le imprese commerciali in tutto il centro urbano. Sarebbe un delitto – ha rilevato – assistere al declino del centro storico senza fare nulla, considerato inoltre che la parte a sud della piazza, da sempre aperta al traffico, non soffre questo fenomeno negativo”.

La piazza sarà riaperta al traffico dei veicoli con una sola corsia a senso unico di marcia, con ingresso da via Garibaldi, dove non sarà possibile né la sosta, né la fermata, per uscire in piazza alla confluenza dell’incrocio con via Roma. Nella parte destra della piazza saranno ricavati 25 posti auto, che tuttavia non intralceranno la vivibilità della piazza, né sottrarranno spazi utili ai pedoni.

Per l’intervento delle rotatorie, una in via Roma (davanti al cinema Esperia) e l’altra in via Firenze (davanti ai giardinetti) determinante è stato uno stanziamento di 90mila euro concesso dal Ministero del Tesoro.

I benefici di alleggerimento del traffico nell’area urbana, in particolare sull’anello intorno al centro storico, saranno ancora più evidenti quando sarà realizzato il sottopasso ferroviario di via Firenze, legato alla definitiva approvazione del piano urbanistico di ristrutturazione dell’area Franchi, ancora da completare».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2010 alle 02:12 sul giornale del 02 dicembre 2010 - 884 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, viabilità, politica, stefano ansideri, bastia umbra, comune di bastia umbra, bilancio 2010 bastia umbra, piazza mazzini bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/e2M