Assisi: Ricci, ''Bartolini è rimasto solo''

claudio ricci 1' di lettura 12/12/2010 -

All’indomani della candidatura ufficiale di Giorgio Bartolini, il sindaco di Assisi Claudio Ricci, non replicando direttamente alle accuse mosse dal pulpito della Domus Pacis dal suo ex vice, si chiede: “perché è così attaccato al potere?”.



«Ho letto sulla stampa le dichiarazioni di Giorgio Bartolini, che, ha lanciato, più che la sua candidatura, pesanti accuse a tutti.

Ovviamente non replico in quanto vogliamo superare questo modo vecchio di fare politica, fatto di polemiche e accuse, parlando, invece, solo di fatti e cose da fare.

Quando è stato sindaco tutti lo abbiamo aiutato molto, anche attraverso molti finanziamenti senza i quali nessuna opera si sarebbe realizzata, mentre lui, dopo aver fatto il sindaco (nove anni) e aver avuto molto spazio da vice sindaco (quattro anni), con poca gratitudine, ha voluto sempre attaccare tutto e tutti. Ma perché è così attaccato al potere?
Non intendiamo, come già detto, replicare.

Certamente è rimasto molto solo, visto il suo modo di fare, con nessun partito che ieri ha aderito alla presentazione, malgrado le sue forti e ripetute insistenze.

Noi continueremo a stare fra la gente, quella normale e di tutti giorni, con tanti piccoli incontri, evitando cene e feste, in quanto bisogna tornare a una politica semplice e normale, soprattutto in questo momento.

L’amministrazione comunale va avanti senza ritardi e, anzi, con maggiore incisività e condivisione insieme ai cittadini».


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2010 alle 18:57 sul giornale del 13 dicembre 2010 - 719 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, claudio ricci, giorgio bartolini, comune di assisi, elezioni comunali assisi 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fnU