Bastia: avviata la rilevazione Istat, richiesta la collaborazione dei cittadini

istat 1' di lettura 18/12/2010 -

Da quasi un mese è iniziata la rilevazione dei numeri civici anche a Bastia Umbra, come in tutti i Comuni italiani oltre i 20.000 abitanti, in vista del censimento Istat del 2011. I cittadini sono invitati a prestare la massima collaborazione alle operazioni degli addetti.



La rilevazione rappresenta un’attività preordinata del 15° Censimento generale della popolazione, in programma nel 2011, con valore propedeutico per gli effetti concreti che, oltre ad influire sui dati del censimento, potranno rappresentare un’importante base di lavoro a livello comunale.

Il gruppo, che risponde alle direttive dell’Ufficio regionale Istat, è composto da 7 persone: due rilevatori esterni, individuati in apposita graduatoria, 2 addetti dipendenti del Comune e altri tre tecnici comunali, coordinati dal geometra Roberto Guerciolini.

Il lavoro consiste nella trascrizione in schede predisposte dall’Istat delle planimetrie dei fabbricati abitativi esistenti e dei relativi numeri civici.
Un lavoro importante portato a termine dagli incaricati che, se necessario, intervistano i residenti i quali sono pregati di dare la massima collaborazione possibile.

Da questa attività, infatti, dipende il buon andamento del Censimento decennale della popolazione, ma anche, nel caso di Bastia, il riordino della toponomastica che nel rapido processo di crescita della popolazione residente, praticamente raddoppiata nell’arco di poco più di trent’anni, ha avuto un assetto non sempre lineare. Un lavoro, quindi, doppiamente utile e soprattutto con effetti postivi sulla vivibilità dei nuovi quartieri con alta densità abitativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2010 alle 02:23 sul giornale del 18 dicembre 2010 - 668 letture

In questo articolo si parla di cronaca, istat, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fCy