Assisi: Prc, ''Ricci e Bartolini? Comici della politica''

partito rifondazione comunista 2' di lettura 19/12/2010 -

Sulla scia del battibecco a mezzo stampa tra i due ex alleati del centrodestra, il Prc di Assisi, senza mezzi termini, definisce Ricci e Bartolini come “comici della politica”, non una reciproca alternativa, ma un tandem che ha “governato e sfasciato Assisi insieme”.



«Bartolini come Fini? Ricci come Berlusconi? Forse, ma soprattutto per la collusione politica che hanno avuto nell’arco di più di un decennio amministrativo.

La cosa più sbagliata che può transitare a livello mediatico, sia a livello assisano che nazionale, è che Ricci-Berlusconi rappresenti la maggioranza e Bartolini-Fini l’opposizione.
Quest’ultimo ha recentemente criticato le scelte in campo turistico degli ultimi anni: ma ci rendiamo conto?!
Lui dov’era in questi anni? E perché, se insieme a Ricci (insieme, sì, dato che lo sono stati, eccome!) non ha mai combinato niente di buono, pretenderebbe di essere rieletto sindaco?
Crede che gli assisani abbiano l’anello al naso?
Come può giustificare tutte le manchevolezze delle quali ora accusa il suo ex-socio in affari, dicendo solamente che lui è un’altra cosa, che lui è “l’uomo del fare” se in questi anni, per sua stessa indiretta ammissione, non ha fatto nulla?

A noi più che un’alternativa sembra un comico della politica. Così come lo è d’altronde Ricci.
Crediamo che la cittadinanza abbia oramai le tasche piene di queste “facce di tolla” che affermano tutto e il suo contrario; siamo certi che sia giunta l’ora della loro abdicazione, cominciata in modo ridicolo in questi mesi con una guerra fraticida senza esclusione di colpi.
Che grandi politici!

La verità? Ricci e Bartolini hanno governato insieme, hanno sfasciato Assisi insieme, non sono alternativi, assolutamente! La vera e unica alternativa a questo modo di governare, fatto solo di affari e cemento, è la vera novità di questa tornata elettorale: il centrosinistra unito!

Il centrosinistra sceglierà democraticamente il suo candidato previa consultazione primaria, che si svolgerà con tutta probabilità domenica 23 gennaio 2011, con un regolamento condiviso e con seggi in tutte le maggiori frazioni del Comune e chiamerà il popolo a indicare chi li debba governare.

Sicuramente mai come in questa tornata elettorale le speranze di un rinnovamento e di una gestione democratica dell’amministrazione comunale sono così possibili.

Ci impegneremo perché Assisi riviva un nuovo momento di splendore che passi per la solidarietà e l’attenzione dovuta alla propria gente.
Siamo pronti, quindi, a sostenere con tutto l’impegno e se necessario la durezza dovuta le prossime elezioni amministrative.»






Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2010 alle 15:00 sul giornale del 20 dicembre 2010 - 1058 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, giorgio bartolini, circolo prc peppino impastato assisi, elezioni comunali assisi 2011, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fEb