Assisi: scomparso Mario Settimi, patron di Radio Subasio. Ricci: ''Un grande pioniere''

Radio Subasio 2' di lettura 19/12/2010 -

Mario Settimi, fondatore dell’emittente radiofonica che sorge alle pendici del monte Subasio, si è spento oggi, all’età di 83 anni. A distanza di poche ore il ricordo del sindaco Claudio Ricci: “Per molti di noi è stato un esempio”.



Settimi è deceduto nell’ospedale di Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove era stato trasportato a seguito di un malore.

Nel lontano marzo del 1976 Settimi fondò, insieme a quattro soci e con l’aiuto dei figli Marco e Rita, quella che negli anni è divenuta l’emittente radiofonica di punta nel centro Italia.

Il funerale avrà luogo martedì 21 dicembre, a partire dalle ore 15:00, presso la chiesa di San Vitale in località Viole di Assisi.


“Volgeva al traguardo questa domenica che anticipa il santo Natale – afferma in una nota il sindaco di Assisi Claudio Ricci – quando ho appreso, con sentita emozione, della scomparsa di Mario Settimi che, sempre, unitamente alla sua famiglia, aveva dedicato grande attenzione e cortesia ad Assisi e alla mia persona”.

Ci sono uomini, famiglie e imprese, destinati a tracciare strade nuove verso il futuro con i valori sacri del lavoro e del sacrificio chi di, con umiltà, dal basso, è capace di innovare nel settore della comunicazione con Radio Subasio e con le attività, anche nel sociale, che ha svolto per lunghi anni.

Mario Settimi è stato esempio di tutto questo ma, e soprattutto, è stato un pioniere, un pioniere che, attraverso la sua meravigliosa creatività, ha costruito progetti solidi ma che guardavano avanti, oltre, come doveroso per ognuno di noi nei ruoli che ricopre.

Mai, in nessun momento, ha dimenticato la sua origine anzi, in ogni istante, il suo paese di Viole e la città Assisi erano nei suoi pensieri, nei suoi infiniti progetti.

Mario Settimi, sempre anticipando i tempi, da grande pioniere, ha voluto, nel settore della comunicazione radiofonica, istituire una scuola di alta formazione per costruire quel futuro che aveva sempre nei suoi occhi lucidi di una giovane creatività.

Per molti di noi è stato un esempio e sono certo che la sua famiglia saprà, come fatto in questi anni, testimoniare, con l’esempio e valori che Mario ha saputo costruire, un nuovo luminoso futuro.

Suoni, sogni ed emozioni, queste sono le parole che accompagnano la presentazione di Radio Subasio, la sua radio, e mi piace pensare che tra i “sogni di Natale, tra i suoni di Natale, tra le emozioni di Natale” possa apparire un piccola, ma per noi importante, stella del nostro caro Mario, che continuerà a regalarci i suoni colorati della vita.»






Questo è un articolo pubblicato il 19-12-2010 alle 19:55 sul giornale del 20 dicembre 2010 - 2545 letture

In questo articolo si parla di cronaca, morte, assisi, lutto, claudio ricci, redazione vivere assisi, radio subasio, mario settimi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fEr