Bastia: Brozzi, ''Commissione edilizia, una scelta arbitraria che contestiamo''

Vannio Brozzi 1' di lettura 19/12/2010 -

Il segretario del Partito Democratico di Bastia Umbra Vannio Brozzi replica all’assessore Luca Livieri sulla polemica sorta circa la commissione edilizia istituita dal Comune, per capire se essa “interpreta il dinamismo cittadino o se, al contrario, rischia di rappresentare una sorta di freno”.



“In qualità di coordinatore e nel contesto di un’assemblea pubblica organizzata dal Pd per discutere di Suap, ho ritenuto naturale affrontare un ragionamento circa la commissione edilizia per capire se si presenta come istituzione che interpreta il dinamismo cittadino o se, al contrario, rischia di rappresentare una sorta di freno.

La prima contraddizione ritengo risieda nel fatto che il consiglio comunale, su proposta dell’assessore all’urbanistica e con i soli voti della maggioranza, abbia deciso di estendere le competenze consultive e di vigilanza della commissione su tutta l’attività che si svolge all’intero territorio comunale e non, come invece la legislazione vigente prescrive, solo sulla parte di territorio vincolata ai sensi della legge 1497/1939 e sue successive modificazioni.

Per noi del Pd è chiaro che la commissione edilizia comunale debba lavorare esclusivamente sulla base delle competenze ad essa assegnate dalla legge e dai regolamenti comunali e non debba, invece, operare sull’intero territorio comunale, in quanto questa rappresenta una scelta arbitraria dell’amministrazione che noi contestiamo”.


da Vannio Brozzi
Segretario PD Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2010 alle 14:46 sul giornale del 20 dicembre 2010 - 719 letture

In questo articolo si parla di edilizia, politica, partito democratico, vannio brozzi, pd bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fD0