Bastia: via libera alla trasformazione di via Gramsci, il consiglio adotta il Paim

Incrocio in via Gramsci a Bastia Umbra 2' di lettura 27/12/2010 -

Il consiglio comunale, riunitosi giovedì 23 dicembre 2010, ha adottato, fra gli altri provvedimenti all’ordine del giorno, il Paim (Piano attuativo di iniziativa mista) proposto insieme alla ditta S. Michele Srl e altri per la sistemazione dell’area compresa tra via Gramsci, via Bulgaria e la SS 75 Centrale Umbra.



La sistemazione dell'area è in discussione da moltissimi anni. Il consiglio comunale nel 1995 aveva adottato un Ppe (piano particolareggiato esecutivo) di iniziativa privata, venuto a scadenza dopo un decennio. L'ipotesi d'intervento attuale è stata estesa rispetto all'area presa in considerazione nel 1995, includendo anche proprietà del Comune di Bastia Umbra, che oggi è tra i soggetti che hanno proposto il nuovo piano.

Il Paim, adottato a maggioranza dal consiglio comunale del 23 dicembre 2010, è stato votato dai gruppi consiliari di centrodestra; contrari quelli di centrosinistra.

Nonostante l'ampliamento dell'area, non aumentano le volumetrie previste e individuate in 40mila metri cubi complessivi.

Nuova la viabilità con una nuova rotatoria in via Gramsci all'altezza dell'incrocio con via Bulgaria. Il Paim ripropone un insediamento alberghiero per 100 camere, anziché 200, su una superficie di 4.330 mq e un volume di 13mila mc; un insediamento commerciale di medie dimensioni (2.500 mq – 7.500 mc) e magazzini (500 mq – 1.500 mc); servizi privati ( 5.660 mq e 17.000 mc); un ampliamento della residenza fino ad un massimo di 1.000 mc, pari a 330 mq.

Nell'illustrare il piano, l'assessore all'urbanistica ing. Luca Livieri ha evidenziato il lavoro compiuto dai tecnici comunali nel valutare il progetto proposto nell'ambito dell'esistente e dei possibili sviluppi nelle aree immediatamente adiacenti.

"È notevolmente migliorata nell'attuale piano - ha rilevato Livieri - la soluzione della viabilità: più funzionale, di raccordo con quella esistente e che prevede una nuova rotatoria. La previsione dei servizi privati non potrà essere sostituita in corso d'opera con attività commerciali, ma strettamente vincolata alle destinazioni originarie previste. Avremo, inoltre, un numero consistente di parcheggi pubblici, in linea con gli standards urbanistici".

Sul Paim si è pronunciata preventivamente la Commissione per la qualità architettonica e il paesaggio, esprimendo parere favorevole di massima e suggerendo l'allargamento delle distanze tra i fabbricati e la riduzione dell'altezza dell'edificio, da 15,60 a 12,50 metri.


(Nella foto l'incrocio tra via Gramsci e via Bulgaria prima dei lavori)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-12-2010 alle 17:38 sul giornale del 28 dicembre 2010 - 734 letture

In questo articolo si parla di viabilità, politica, via gramsci, bastia umbra, comune di bastia umbra, paim, via bulgaria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fRD