Assisi: pioggia di incentivi a scuole e giovani studenti

scuola 3' di lettura 30/12/2010 -

L'assessore Maria Aristei Belardoni ha consegnato, a circa 120 studenti degli istituti superiori di Assisi, il compenso di 14.850,00 euro per le ore di lavoro (stages-tirocinio) effetuate presso le aziende del territorio, nel quadro di un "forte sostegno a tutte le scuole di ogni ordine e grado".



Lo scopo è quello di avviare e favorire in maniera graduale, ma incisiva, l'avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro. "Il momento di crisi economica - spiega Belardoni - dovrebbe far riflettere e indurre i giovani ad avvicinarsi quanto prima al mondo del lavoro. Tanto più che, paradossalmente, le nostre aziende locali sono alla ricerca di personale qualificato a vari livelli che, purtroppo, non trovano, ma che invece sarebbe determinante per sfidare la crisi".

Altro stanziamento consistente è quello che l'Amministrazione ha destinato proprio in questi giorni allo svolgimento dei progetti 'artistici' nelle scuole dell'obbligo: oltre 10.000 euro destinati a far conoscere il patrimonio artistico della nostra città ai futuri giovani cittadini.
Personale altamente specializzato accompagnerà gli alunni in queste "visite- laboratori" scelte dalle scuole.

Maria Aristei BelardoniSono stati inoltre assegnati 1.000 euro per ogni istituto superiore per progetti didattici e altri 4.000 euro all'istituto alberghiero per uno speciale progetto Unesco.

Dopo che un'apposita commissione ha esaminato i piani dell'offerta formativa dei quattro istituti comprensivi (Assisi 1° - Assisi 2° - Assisi 3° - Convitto) è stata assegnata la consistente somma di 35.000 euro per realizzare tutte quelle attività e progetti che identificano ciascuna scuola.

L'Amministrazione riconosce anche alle scuole paritarie un grande ruolo di formazione, educazione e socializzazione. Precisamente sono le scuole materne di Palazzo, Castelnuovo, Viole e Santa Maria degli Angeli che, gestite da istituti religiosi, svolgono una meritoria opera educativa in zone laddove l'Amministrazione non ha proprie scuole pubbliche.
Anche ad esse sono stati assegnati per l'attività didattica 57.000 euro. La politica di questa Amministrazione è anche quella di sostenere economicamente gli asili nido: in misura maggiore quello di Petrignano, con 38.000 euro comunali + 28.000 regionali, ma anche quelli privati, per i quali sono stati previsti complessivamente 14.000 euro.
I nidi privati svolgono sul territorio un lodevole servizio sociale e, se vengono sostenuti da contributi regionali e comunali come sta avvenendo, il costo per gli utenti è ragionevole e sostenibile.

"Questa politica - spiega Belardoni - risulta vantaggiosa per l'Amministrazione, che non deve assumersi i forti costi di gestione e quindi non deve, per questo, aumentare le tasse, come finora avvenuto".

" Desidero sottolineare con un certo orgoglio - conlude l'Assessore - il forte sostegno a tutte le scuole di ogni ordine e grado, necessario e indispensabile soprattutto in questo periodo in cui la scuola attraversa un periodo difficile causato dai tagli ministeriali. Riconosco l'alto grado di professionalità e competenza di dirigenti e docenti che, nonostante la criticità del momento, continuano a svolgere egregiamente la loro meritoria opera educativa. Ai dirigenti, agli insegnanti e agli alunni vanno gli auguri per un nuovo anno di proficuo lavoro".


(Nella foto di destra l'Assessore Maria Aristei Belardoni)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2010 alle 01:13 sul giornale del 30 dicembre 2010 - 777 letture

In questo articolo si parla di scuola, economia, assisi, comune di assisi, sostegno alle scuole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fVo