Assisi: pozzi inquinati, in arrivo 600 mila euro per i nuovi tratti di acquedotto

pozzi 1' di lettura 12/01/2011 -

Il sindaco di Assisi Claudio Ricci nella giornata odierna ha svolto un proficuo incontro tecnico programmatico, con le strutture gestionali di ATO/Umbra Acque, al fine di risolvere alcuni problemi anche inerenti i pozzi privati inquinati del territorio di Assisi (dopo le ordinanze).



Per quanto attiene alla frazione di Tordandrea, anche su sostegno del consigliere Walter Almaviva, si è deciso di anticipare al 2011 la realizzazione di nuovi tratti di acquedotti nelle vie S. Simeone, Pennacchi e Fermi (35.000 €).

Dopo la conclusione dei lavori in via del Passaggio Vecchio a Rivotorto (40.000 €), nel 2011 si andranno a realizzare altri tratti di acquedotti fra Capodacqua e Rivotorto nelle vie Assisana, S. Savino e S. Tugurio (170.000 €)

Per quanto attiene al collegamento alle reti di fognature per Palazzo (405.000 €), di grande importanza per la frazione, il sindaco di Assisi Claudio Ricci (che ha voluto ringraziare i vertici di ATO/Umbra Acque) ha potuto verificare che si sta attivando la procedura di appalto lavoro per fare l'opera nel 2011.

Sul tema dei pozzi inquinati si è convenuto che, oltre ai tratti già in programma, anche il Comune potrebbe supportare (con specifiche risorse nel bilancio 2011) allacci e nuovi tratti al fine di risolvere il problema.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-01-2011 alle 21:47 sul giornale del 13 gennaio 2011 - 929 letture

In questo articolo si parla di cronaca, assisi, palazzo, claudio ricci, comune di assisi, inquinamento pozzi, pozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ghj





logoEV
logoEV