Assisi: il consigliere Elisei lascia il Pdl

sandro elisei 2' di lettura 18/01/2011 -

Il Pdl perde un soldato: il consigliere Sandro Elisei, già capogruppo, lascia il Popolo della Libertà per aderire al gruppo misto. Un'ouverture destinata a far discutere quella del consiglio comunale svoltosi ieri, lunedì 17 gennaio, nella sala del consiglio del palazzo dei Priori di Assisi.



Nessuna delucidazione in merito da parte del sibillino Elisei, che ha rimandato le spiegazioni alla prossima seduta consiliare: "Vorrei comunicare al consiglio comunale - ha affermato Elisei - le mie dimissioni dal gruppo del Popolo della Libertà e il passaggio al gruppo misto. Esporrò le motivazioni di questa decisione nella prossima seduta poiché in questo momento non posso dare spiegazioni".

Il rapporto tra il consigliere e il Pdl era già incrinato. Sandro Elisei, infatti, aveva annunciato le sue dimissioni da capogruppo nel consiglio comunale del 22 novembre 2010, chiarendo che alla base della rinuncia alla posizione vi era l'incapacità di "imporre la linea del dialogo e compromesso" e puntualizzando con rammarico di non aver avuto la possibilità di farlo (approfondimento).
In quell'occasione i consiglieri del Popolo della Libertà avevano mostrato ottimismo sperando in un ripensamento del capogruppo uscente; ma il tempo, evidentemente, non ha ricucito lo strappo come auspicato.

Vale la pena ricordare che in quel movimentato consiglio di fine novembre anche il consigliere Patrizia Buini aveva aderito al gruppo misto lasciando i bartoliniani.

All'interno della maggioranza, nonostante l'amministrazione comunale sia in dirittura di arrivo in vista del voto di primavera, permangono perciò quei dinamismi che le sottraggono stabilità.

Anche in seno alla giunta l'equilibrio è precario. È di pochi giorni fa, infatti, la ferma presa di posizione del Carroccio nei confronti degli assessori Moreno Fortini e Maria Aristei Belardoni, dai quali la Lega si aspetta di sapere se sono o meno con Ricci, accusandoli di "giocare su più tavoli": "Fortini e Belardoni devono dire con chi stanno", ha sentenziato la Lega, attribuendo ai due assessori il doppiogiochismo di chi "flirta con altri candidati in attesa di vedere quello che succederà" (vedi Giornale dell'Umbria 13.1.2011, pag.16).






Questo è un articolo pubblicato il 18-01-2011 alle 03:03 sul giornale del 18 gennaio 2011 - 3773 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, popolo della libertà, gruppo misto, assisi, sara caponi, sandro elisei

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/gqT





logoEV
logoEV