Bastia: le caldaie a gas di un intero condominio non erano a norma

1' di lettura 19/01/2011 -

Un intero condominio di un palazzo sito in località Villaggio XXV Aprile di Bastia Umbra non può utilizzare le caldaie autonome per il riscaldamento alimentate a gas, perché risultano non a norma con i sistemi di sicurezza scarico fumi e per altre specifiche anomalie.



È quanto stabilisce un'ordinanza sindacale del Comune emessa nei giorni scorsi, in seguito ad un sopralluogo di tecnici comunali insieme a quelli del servizio igiene e sanità pubblica - dipartimento Prevenzione Usl n°2.
L'intervento dei tecnici sanitari era stato sollecitato da uno dei residenti per verificare alcune problematicità di funzionamento di alcuni impianti autonomi.

L'immediato intervento coordinato con l'amministrazione comunale ha consentito di evitare più gravi e irreparabili conseguenze. Si è infatti evidenziato che nel fabbricato in questione c'erano situazioni non a norma da sanare immediatamente.
Da qui la notifica del divieto di utilizzazione degli impianti autonomi, la prescrizione di interventi per la realizzazione di sistemi a norma di legge, nonché la produzione di adeguate certificazioni da parte di tecnici qualificati.

Il caso è stato segnalato all'amministrazione provinciale, competente in materia di controlli sui sistemi di riscaldamento.

Un appello è stato rivolto ai cittadini affinché facciano svolgere da tecnici qualificati controlli periodici di sicurezza sugli impianti di riscaldamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2011 alle 04:44 sul giornale del 19 gennaio 2011 - 1368 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ordinanza, condominio, bastia umbra, comune di bastia umbra, XXV aprile, caldaia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/gtA





logoEV
logoEV