Assisi: Bartolini, ''L'ospedale viene smantellato e Ricci non muove un dito''

giorgio bartolini 2' di lettura 19/01/2011 -

Il candidato sindaco Giorgio Bartolini interviene in merito alla ventilata soppressione dell'unità di gastroenterologia all'ospedale di Assisi, che proseguirebbe nel suo depotenziamento, accusando il sindaco Claudio Ricci di stare a guardare mentre l'ospedale viene progressivamente smantellato.



«Da alcuni anni si torna periodicamente a parlare sia da parte dei consiglieri di maggioranza che di opposizione del depotenziamento dell'ospedale di Assisi. E sempre abbiamo udito le risposte tranquillizzanti del sindaco Ricci che, sollevando di fatto dall'incarico l'assessore di Assisi delegato alla sanità, con il solito sorriso di chi vuol far intendere di saperla lunga, ha sempre assicurato l'eliminazione degli inconvenienti ospedalieri, sbandierando contatti con gli organi sanitari. Ciò è riscontrabile dai resoconti dei consigli comunali. I fatti però sono altri.

È in atto, da parte della USL 2 dell'Umbria, un'offensiva progressivamente distruttiva, subdola ed efficace, nei confronti dell'ospedale di Assisi.

L'inizio risale alla mancata sostituzione del primario ostetrico ginecologo, passato ad altro Ospedale di Assisiospedale ormai da oltre 3 anni. Proseguita poi con la progressiva riduzione di risorse, sempre più destinate altrove; nella ormai cronica carenza di organico medico e paramedico; nel depotenziamento del servizio di anestesia e rianimazione, nella mancata reintegrazione del personale andato in pensione (i tecnici di laboratorio sono costretti a turni di reperibilità massacranti); nel depotenziamento della divisione di Chirurgia; nella chiusura del punto nascita.
Ultimamente addirittura si vocifera sul proposito di alienazione della struttura di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, storicamente fiore all'occhiello del nosocomio per professionalità ed efficienza, che verrebbe ricondotta sotto la struttura della media valle del Tevere, per logiche non comprensibili, ma certo non meritocratiche né funzionali.

Nel giro di poco tempo ancora, un ospedale come questo, utilizzato ed apprezzato dall'utenza non solo locale e regionale ma anche internazionale, visto il numero dei turisti che visitano annualmente questa città (ricordiamo i numerosi ringraziamenti apparsi sulla stampa estera ad opera di utenti stranieri che hanno avuto assistenza presso l'ospedale), sarà ridotto ad una struttura ambulatoriale di scarsa qualità e ad una lungodegenza per anziani.

Tutto questo è avvenuto e prosegue sotto lo sguardo indifferente, anche se sempre suadente, di Ricci, che passerà alla storia come il sindaco che ha assistito allo smantellamento progressivo dell'ospedale di Assisi senza muovere efficacemente un dito, se non attraverso ripetitivi comunicati stampa per far parlare di sé, facendo sempre intendere che i suoi incontri erano risolutivi ed invece, come riscontrabile dai fatti, totalmente inefficaci.»


da Giorgio Bartolini
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2011 alle 16:44 sul giornale del 21 gennaio 2011 - 876 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, giorgio bartolini, ospedale di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/guf





logoEV
logoEV