Perugia: ''A Cannara suolo e canali a rischio inquinamento''

valerio bazzoffia 2' di lettura 29/01/2011 -

A lanciare l'allarme il consigliere provinciale di Fli Valerio Bazzoffia, che in una conferenza stampa tenutasi ieri afferma: "Suolo e canali a rischio a Cannara per via della mancata bonifica dello Stabilimento ex Ferro Italia. Serve un piano di intervento prima della vendita ai privati".



Torna alla ribalta delle cronache politiche lo stabilimento ex Ferro Italia di Cannara, fermo dal 2003 dopo il licenziamento di ben 100 unità lavorative. A sollevare un nuovo caso "Ferro Italia" ci ha pensato il capogruppo di Fli, Valerio Bazzoffia, che nella conferenza stampa convocata nella mattinata di venerdì 28 gennaio, ha richiesto un'immediata bonifica del sito industriale dopo che gli organi gestori si sono sottratti da questa responsabilità.

"Tutti i macchinari, dopo il loro spegnimento dell'impianto, hanno senz'altro trattenuto materiali nel loro bacino - ha analizzato Bazzoffia - come hanno trattenuto materiale inquinante tutte le canaline di alimentazione e tutte le tazze di trasporto. Inoltre nella parte vecchia del sito industriale non sono stati mai messi in sicurezza silos, fognature ed grandi piastre di eternit".

La richiesta di un controllo generale prima e di una bonifica del sito dopo, da parte dell'Arpa su invito che deve venire dalla Provincia, è giustificata da due aspetti importanti: il primo riguarda il bando della vendita del sito industriale messo in atto da Svilumbria; il secondo è il riscontro di diverse anomalie ambientali che si stanno verificando nei pressi dell'insediamento dove si registrano fuoriuscite di carico inquinante anche nei canali e sul suolo.

"Ad oggi però - ha continuano Bazzoffia - manca un piano serio di analisi dei materiali con relativa bonifica per questa area industriale che ha un grande valore commerciale".

Per non compromettere l'ambiente di Cannara e il futuro insediamento produttivo Bazzoffia ha chiesto alla Provincia di realizzare una indagine sullo stato attuale dell'inquinamento e di valutare se i futuri acquirenti del sito industriale sono in grado poi di mettere in essere una giusta bonifica secondo le autorità.

Alla conferenza stampa era presente anche il consigliere comunale di Futuro e Libertà di Cannara, Fabrizio Gareggia.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2011 alle 04:35 sul giornale del 29 gennaio 2011 - 945 letture

In questo articolo si parla di cronaca, inquinamento, perugia, cannara, provincia di perugia, valerio bazzoffia, ex ferro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/gPF





logoEV
logoEV