Assisi: Belardoni in uscita e Travicelli di nuovo in pista

maria aristei belardoni 2' di lettura 02/02/2011 -

Rimpasto di giunta in vista per l'amministrazione del sindaco Claudio Ricci: dtando alle voci di corridoio, sarebbe ormai certo il ritiro delle deleghe, da parte del primo cittadino, all'assessore filobartoliniano Maria Aristei Belardoni.



Sulla permanenza in giunta di Belardoni sia il Carroccio sia i democratici avevano evidenziato perplessità, sollecitando più volte il sindaco Ricci a chiarire la propria posizione in merito e attaccando apertamente l'assessore. Finora però né il sindaco né la diretta interessata si erano mai esposti ufficialmente, nonostante il quadro sembrasse cristallino già al momento dello strappo tra il primo cittadino e il suo vice, Giorgio Bartolini, estromesso dalla giunta a metà novembre.
Claudia Maria Travicelli
Per il futuro assessore è previsto il subentro di un centrista; si rafforzerebbe, così, la consistenza delle quote Udc nel corpus amministrativo che ha già accolto Antonio Lunghi come vicesindaco (il cui ingresso in giunta è però a titolo personale), in vista della costruzione di un percorso condiviso per un eventuale Ricci bis.

Nel Partito Democratico, intanto, in seguito al clamoroso forfait del coordinatore nazionale della Tavola della pace Flavio Lotti, è ripreso il travaglio per l'individuazione del candidato. Dopo aver percorso senza alcun risultato il sentiero della società civile, il Pd potrebbe tornare a pescare nel proprio lago e, nonostante il suo recente annuncio di ritiro dai giochi (si veda Corriere dell'Umbria del 7.1.'11), si vocifera sulla probabile candidatura del consigliere Claudia Travicelli.

È inoltre altrettanto probabile, nonostante i continui richiami all'unità provenienti da Buongiorno Assisi e dal suo candidato Carlo Cianetti, che il Partito Democratico, stanco e irritato, sia sul punto di prendere atto di una frattura politica all'interno del centrosinistra, motivata dall'impossibilità di giungere a un accordo per il candidato unico, liberandosi dalla "morsa delle primarie" per correre in autonomia alle elezioni di maggio.
Comincia a delinearsi, insomma, un quadro che riporterebbe indietro il tempo a cinque anni fa, quando alle elezioni comunali del 2006 il centrosinistra si presentò diviso con due candidati: Claudio Passeri per l'Unione e Franco Matarangolo per La Mongolfiera.






Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2011 alle 02:51 sul giornale del 02 febbraio 2011 - 1600 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, sara caponi, claudia travicelli, partito democratico assisi, maria aristei belardoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/gWL





logoEV
logoEV