SEI IN > VIVERE ASSISI > CRONACA
comunicato stampa

Bastia: il Comune riaccende il ponte di Bastiola

1' di lettura
950

Ponte di Bastiola, Bastia Umbra

È stato riacceso, dopo molti anni, l'impianto d'illuminazione di uno dei due stemmi papali posti su un'arcata, rivolta a mezzogiorno, del ponte di Bastiola sul fiume Chiascio, risalente al XVI secolo.

L'intervento, a cura dell'impresa incaricata dal Comune della manutenzione dell'impianto di pubblica illuminazione (Sei Esse S.r.l.), è stato sollecitato dal consigliere comunale Gianluca Ridolfi del gruppo Giovani Bastioli, incaricato dall'assessore comunale ai lavori pubblici di verificare il funzionamento dell'illuminazione pubblica.

Ridolfi ha rilevato che i faretti posizionati alla base dei pilone del ponte non funzionavano e ha richiesto l'intervento. In pochi giorni l'impianto, in pessime condizioni tanto da richiedere la sostituzione anche dei faretti oltre alle lampade, è tornato a funzionare da giovedì 27 gennaio 2011.

Ora è visibile anche di notte lo stemma papale incorniciato su travertino di Gregorio XIII, che nel 1581 dispose il restauro del braccio sul torrente Tescio. L'altro stemma non illuminato posto sull'arcata è del pontefice Paolo III Farnese, che nel 1546 dispose la costruzione del ponte.

Lo storico ponte di Bastiola, costruito tra il 1546 e il 1581 per collegare Perugia ad Assisi lungo l'antica strada Assisana, fu progettato dall'architetto perugino Galeazzo Alessi.

L'amministrazione del sindaco Ansideri mostra così la dovuta attenzione verso diversi aspetti del decoro urbano, legati alla storia del territorio. Negli ultimi mesi, oltre al ponte di Bastiola, ha favorito anche l'intervento di valorizzazione dell'area a ridosso della Rocca Baglionesca, con la realizzazione di uno spazio verde attrezzato.





Ponte di Bastiola, Bastia Umbra

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2011 alle 23:24 sul giornale del 02 febbraio 2011 - 950 letture