SEI IN > VIVERE ASSISI > ATTUALITA'
articolo

Cannara: Rita Borsellino incontra gli studenti nell'iniziativa ''Battiti di legalità''

2' di lettura
2049

Rita Borsellino al teatro Thesorieri di Cannara per ''Battiti di legalita'''

La sorella del giudice che, il 19 luglio 1992, fu ucciso dalla mafia nella strage di Via D'Amelio a Palermo ha presenziato all'iniziativa promossa dalla Provincia di Perugia "Lo Stato siamo noi", che si è svolta presso il teatro Thesorieri di Cannara nella mattinata di venerdì 3 febbraio.

Il dibattito sulla mafia e su come combatterla ha preso spunt dalla proiezione della pellicola "Alla luce del sole" di Roberto Faenza, film drammatico interpretato da Luca Zingaretti e ambientato nell'aspra e malavitosa Palermo degli anni '80 in cui un parroco, Albero in memoria di Paolo Borsellino in Via D'Amelio a Palermosottraendo i ragazzi alla strada, insegna loro a credere in un mondo diverso. Don Giuseppe Puglisi fu assassinato dalla mafia il 13 settembre 1993, nel giorno del suo compleanno, per aver sottratto i ragazzi al reclutamento dei boss.

Al dibattito seguito al film, a cui hanno preso parte gli studenti delle scuole medie di Cannara e Bevagna, sono intervenuti: Enrico Bastioli, sindaco di Bevagna; Giovanna Petrini, sindaco di Cannara; Donatella Porzi, assessore alle attività culturali della Provincia di Perugia; Elisabetta Galletti, assessore ai servizi sociali e pubblica istruzione del Comune di Cannara; Walter Cardinali, in rappresentanza dell'associazione "Libera Umbria".

La signora Rita Borsellino, giunta per salutare gli studenti, ha presenziato anche ad altri incontri inclusi nell'iniziativa che "si colloca - spiega una nota della Provincia di Perugia - nell'ambito di "Battiti di legalità", una settimana di incontri, proiezioni, mostre con le scuole umbre per affrontare il tema della legalità e i suoi valori. Il tutto rientra nel progetto "Lo Stato siamo noi - La legalità per il bene di tutti", promosso dalla Provincia di Perugia".

Il progetto si pone come obiettivo quello di sensibilizzare ed educare a una cultura basata sul rispetto delle leggi già a partire dalle scuole, coinvolgendo realtà anche geograficamente molto distanti grazie all'ausilio di canali web e social network (ad esempio facebook).



(Nella foto a lato l'albero in memoria di Paolo Borsellino situato in Via D'Amelio a Palermo; sotto il saluto di Rita Borsellino)





Rita Borsellino al teatro Thesorieri di Cannara per ''Battiti di legalita'''

Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2011 alle 00:10 sul giornale del 05 febbraio 2011 - 2049 letture