Assisi: Cianetti, ''Ricci dimostra spregiudicatezza e cinismo''

carlo cianetti 1' di lettura 08/03/2011 -

È ancora scontro politico fra candidati sulla vicenda della raccolta fondi destinata alla popolazione abruzzese, colpita dal sisma del 2009.



"Claudio Ricci - afferma in una nota Carlo Cianetti, candidato sindaco di Buongiorno Assisi - dovrebbe stendere un velo pietoso sulla vicenda dell'Aquila, chiedere scusa alle popolazioni terremotate, gente di grande dignità che ho avuto modo di frequentare a lungo per motivi di lavoro, e spiegare questo incredibile incidente burocratico anche ai cittadini di Assisi che hanno contribuito alla raccolta.

I fondi per l'Abruzzo - prosegue Cianetti -, a quasi 2 anni dal sisma non sono ancora stati consegnati ai terremotati. Il fatto potrebbe avere anche dei risvolti giudiziari, visto che le raccolte fondi devono essere promosse da un ente pubblico con una delibera nella quale si deve anche definire i termini di conclusione dell'iniziativa.
Certi atteggiamenti opachi, poco onesti, non fanno altro che allontanare i cittadini dalla politica e dalla pubblica amministrazione.

Ricordiamo a Ricci - conclude l'avversario - che essere sindaco di Assisi impone particolare attenzione ai temi della solidarietà, dell'aiuto ai bisognosi e della trasparenza. Le frottole che racconta denotano, invece, solo un grande cinismo


da Carlo Cianetti
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 19:07 sul giornale del 09 marzo 2011 - 850 letture

In questo articolo si parla di terremoto, politica, Abruzzo, raccolta fondi, carlo cianetti, elezioni comunali assisi 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ifJ