Assisi: Prc, ''I fondi per l'Abruzzo? Un misfatto di cui dare conto''

rifondazione comunista prc 1' di lettura 09/03/2011 -

«È intollerabile - fa eco a Carlo Cianetti il Partito di Rifondazione Comunista assisano - che il sindaco di Assisi, la città della pace, del sentimento, della solidarietà, della carità francescana non sappia spiegare perché i fondi raccolti per i terremotati d’Abruzzo non siano ancora arrivati dove dovuto.



Sono passati due anni e crediamo che una testimonianza di affetto e di concretezza avrebbe fatto piacere e comodo a quella gente a cui in quel tempo mancava tutto.
Infatti, anche se i fondi venissero consegnati adesso non avrebbe più lo stesso significato, anzi non avrebbe più senso!

Questo è un misfatto del quale il pio sindaco dovrà dare conto e che, siamo certi, gli assisani gli faranno pagare.

Bene ha fatto il futuro (speriamo) candidato sindaco del centrosinistra Carlo Cianetti ad evidenziare e a non mollare su questo argomento: sono queste le cose che fanno grande una città più delle rotonde e dei palazzi a iosa.

Ci auguriamo quindi che la gente, sia alle primarie che alle prossime future elezioni, sappia scegliere e votare per chi fa dei sentimenti di solidarietà una bandiera






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2011 alle 02:27 sul giornale del 09 marzo 2011 - 787 letture

In questo articolo si parla di terremoto, politica, Abruzzo, raccolta fondi, l'Aquila, prc assisi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/if7