Cianetti: ''Frazioni ancora senza acquedotto''

1' di lettura 23/03/2011 -

In corrispondenza della Giornata mondiale dell'acqua che ricorreva ieri, martedì 22 marzo, il candidato sindaco del centrosinistra Carlo Cianetti coglie l'occasione per tornare sull'annosa questione dell'inquinamento idrico nelle frazioni del Comune di Assisi non raggiunte dall'acquedotto pubblico.



«Nella giornata dell'acqua - si legge nella nota di Cianetti - il mio pensiero va a quei cittadini - molti per la verità! - Carlo Cianettidi Tordandrea, Rivotorto, Capodacqua, Castelnuovo che ancora oggi non sono serviti dall'acquedotto pubblico.

Il problema è particolarmente sentito perché proprio in quelle frazioni del Comune i pozzi sono inquinati. Ci sono delle zone in cui l'acqua non può essere utilizzata neanche per innaffiare l'orto.

Finora questi cittadini hanno dimostrato molta pazienza e in alcuni casi rassegnazione. Eppure in questi anni sono state effettuate molte opere pubbliche nel comune di Assisi: è mai possibile che non si siano trovate le risorse per completare la rete idrica? Stiamo parlando di un servizio primario, necessario, non rinviabile.

Abbiamo visto costruire rotonde, bei marciapiedi, parcheggi, svincoli e inutili ascensori, ma Ricci e Bartolini si sono dimenticati di intere frazioni.
Ora è il caso che si badi ai bisogni reali dei cittadini, basta con opere di facciata, utili ad alimentare i portafogli di pochi imprenditori.»


da Carlo Cianetti
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2011 alle 01:53 sul giornale del 23 marzo 2011 - 768 letture

In questo articolo si parla di attualità, inquinamento, acqua, assisi, carlo cianetti, pozzi, elezioni comunali assisi 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iL5